Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Attiva l'equipe multidisciplinare, entro l'anno centro diagnosi e nuova chirurgia

MAIL SCATENA IL PANICO SULLA CHIUSURA DELL'UNITÀ SENOLOGICA

L'Ulss replica: "Illazioni senza fondamento, il progetto procede"


TREVISO - Una mail sta creando allarme tra le trevigiane in cura per tumore al seno. Nella missiva elettronica, via via rimpallata nelle varie caselle di posta, una sedicente paziente anonima si rivolge ad altre donne nelle sue condizioni, accusando l'Ulss 9 di non aver provveduto a costituire un'unità specializzata per queste patologie, contrariamente a quanto previsto dalla Regione. Anzi, secondo la denucia, le pazienti verrebbero smistate nei vari ospedali per abbattere le liste d'attesa, ma facendole così operare “da chi fa di solito emorroidi”. Tanto che alla mail è allegata anche una raccolta di firme per una petizione contro la chiusura di questa unità. Preoccupate dal tam tam montato su internet diverse utenti hanno telefonato all'azienda sanitaria o ai comuni di residenza.
L'Ulss respinge su tutta la linea le contestazioni e dichiara come del tutto Il direttore generale dell'Ulss 9, Giorgio Roberti e i suoi collaboratoriinfondata la versione fornita dall'autrice del messaggio. “Il centro senologico trevigiano – rimarca il direttore generale Giorgio Roberti – è già avviato e funzionante ed entro l'anno entrerà a pieno regime, proprio secondo il nuovo modello definito a fine 2014 dalla Regione”.
L'attività senologica, spiega Roberti insieme ai dirigenti dell'Ulss, è ovviamente già attiva da anni. Ora però è sottoposta ad una riorganizzazione per migliorare coordinamento, rapidità d'intervento e, soprattutto, qualità della vita delle pazienti stesse. In particolare, tutti i casi di neoplasie al seno, anche diagnosticati da strutture convenzionate, vengono presi in carico da un team multidiscipliare di specialisti, che si riunisce ogni venerdì e decide le terapie più adatte.
La settimana prossima cominceranno i lavori per concentrare al Ca' Foncello un centro diagnostico ad alta specializzazione, mentre, con l'avvio della procedura di selezione del nuovo primario, è stato compiuto il primo passo per la creazione di un reparto autonomo di Chirurgia senologica. Già oggi, comunque, assicurano i responsabili, interventi chirurgici e medicazioni vengono eseguiti da personale dedicato a questo ambito. Inoltre, ogni paziente verrà affidata ad un operatore, che ne seguirà passo passo tutto il percorso, con il compito di organizzare visite ed esami e fonire eventuali spiegazioni. L'intero sistema, infine, viene coordinato da un apposito gruppo di lavoro.