Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Affidata a un ingegnere di Ca' Foscari una borsa di studio per sviluppare l'obiettivo

PROGETTO "OPEN DATA": IL COMUNE SI TUFFA NELL'ERA DEL DIGITALE

L'ass. Cabino: "Creeremo un portale comunale con strumenti integrati"


TREVISO - Il Comune di Treviso apre i suoi dati e per farlo affida un progetto di ricerca a uno studente borsista dell'Università di Venezia Ca' Foscari. Il progetto che prende il nome di “Open Data” ha come obiettivo la condivisione e la messa a disposizione dei dati utili alla cittadinanza, alle imprese e a quanti più soggetti interessati a conoscere il ricco patrimonio di informazioni contenuto negli archivi comunali.
“Partiamo dal presupposto che con la modifica dell'articolo 52 del codice dell'amministrazione digitale l'Italia si è dotata di una normativa all'avanguardia sulle modalità di gestione e accesso ai dati pubblici. Questo progetto di collaborazione tra l'Università e il Comune vuole dare avvio ad un processo di apertura dei dati di interesse pubblico detenuti dall'amministrazione, seguendo le recenti linee guida pubblicate dal'Agenzia per l'Italia Digitale”, dichiara l'assessore ai servizi informatici Anna Caterina Cabino.
Il concetto di open data si richiama alla più amplia disciplina dell'open governement, una dottrina in base alla quale la pubblica amministrazione si apre ai cittadini, tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione diretta al processo decisionale, anche attraverso le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
Ma quali sono i dati utili alla cittadinanza che l'amministrazione renderà visibili a tutti? E quale sarà l'obiettivo della ricerca?
“Si va dai dati anagrafici della popolazione residente, a quelli puntuali relativi all'occupazione degli stalli per la sosta, i flussi veicolari, l'utilizzo del servizio di bike sharing – sottolinea l’assessore - L'obiettivo finale sarà la creazione di un portale comunale per la pubblicazione dei dati aperti con strumenti integrati di analisi”.
Ad aggiudicarsi la borsa di studio per lo svolgimento della ricerca è stato l'Ing. Andrea Casini dell'Università Ca' Foscari di Venezia. Casini per 10 mesi, a partire dalla metà di marzo, seguirà il processo di apertura dei dati, obiettivo che dovrà essere raggiunto in modo progressivo anche attraverso la valutazione delle 'best practises' adottate a livello nazionale ed internazionale, l'individuazione degli ambiti in cui i risultati ottenuti possono risultare di supporto ai processi monitoraggio del governo del territorio.