Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Castelfranco, l'aggressione a fine gennaio in stazione, indagine dei carabinieri

PESTATO A SANGUE E ACCECATO CON LO SPRAY AL PEPERONCINO

Denunciati gli autori di una rapina subita da un marocchino 22enne


CASTELFRANCO - Accerchiato da quattro giovani banditi, malmenato e accecato con lo spray al peperoncino. Una brutale rapina quella di cui era stato vittima, a fine gennaio, un marocchino di 22 anni. I responsabili dell'aggressione, avvenuta nei bagni della stazione ferroviaria, sono stati identificati e denunciati dai carabinieri per rapina e lesioni. Sono quattro connazionali del giovane: un 19enne ed un 21enne, entrambi residente a Resana, ed altri due ragazzi che vivono a Castelfranco, rispettivamente di 19 e 20 anni. Particolarmente complessa l'indagine dei carabinieri, coordinata dal pubblico ministero Francesca Torri: fondamentale è stata la testimonianza della vittima e le immagini delle telecamere di videosorveglianza che hanno permesso agli investigatori di dare un volto ai banditi. Alla base dell'aggressione ci sarebbe, pare, uno “sgarro” per questioni di droga. La sera della rapina il 22enne, verso le 21.30, era stato avvicinato dai quattro in una sala giochi della zona: la banda lo ha poi seguito in stazione dove è avvenuto l'agguato. Il giovane, picchiato e colpito al volto con uno spray urticante, è stato derubato di 600 euro che teneva in tasca, di un bracciale, di una collanina e di un orologio. Il 22enne, seppur a fatica, è riuscito a divincolarsi e a scappare verso l'abitazione di un connazionale che si trova proprio dietro la stazione, grazie all'aiuto di un tassista. La banda lo ha seguito ed ha proseguito il pestaggio che ha provocato alla vittima lesioni su tutto il corpo guaribili con dieci giorni di prognosi. Nel video il commento del comandante provinciale dei carabinieri di Treviso, Ruggiero Capodivento.