Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due anni e otto mesi a Bela Balogh, confermati i tre anni e sei mesi a Marton Kiss

LUCCIOLE PICCHIATE E SEVIZIATE: CONDANNE LIMATE AGLI AGUZZINI

Una vittima: "Se non fruttavo 400 euro a sera mi avrebbero ucciso"



MOGLIANO VENETO
– (gp) Limata in appello la condanna degli aguzzini ungheresi delle lucciole di Mogliano Veneto. Accusati entrambi di sfruttamento della prostituzione e lesioni, Bela Balogh, 27enne difeso dall'avvocato Simone Guglielmin, è stato assolto dall'accusa di lesioni e condannato a due anni e otto mesi rispetto ai tre del primo grado mentre per Marton Kiss, 34enne difeso dall'avvocato Fabio Crea, al quale veniva contestato anche il reato di violenza sessuale, i giudici veneziani hanno confermato la pena di tre anni e sei mesi.

A incastrare i due ungheresi era stata una delle due presunte vittime che, nel corso di un incidente probatorio, aveva confermato le violenze subite. “Erano violenti. Se non davo loro 400 euro a sera mi picchiavano e mi dicevano che mi avrebbero ucciso. E per guadagnare di più mi costringevano a rapporti non protetti” aveva dichiarato la 20enne al giudice, confermando che Kiss in un'occasione l'avrebbe anche stuprata.

I fatti risalgono al primo aprile dello scorso anno quando la giovane ungherese, mentre attendeva i clienti a Mogliano Veneto, fermò una volante della Questura di Venezia per denunciare quello che da tempo subiva assieme all'amica. Agli agenti di Polizia la giovane “ribelle” raccontò che veniva segregata in una camera d'albergo a Mogliano Veneto. I poliziotti, facendo irruzione nel luogo indicato dalla lucciola, trovarono sia l'altra prostituta che i due aguzzini i quali avevano già saldato in contanti i 1.134 euro del conto dell'albergo e si stavano preparando a scappare intuendo che una delle ragazze si era rivolta alle forze dell'ordine.