Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due anni e otto mesi a Bela Balogh, confermati i tre anni e sei mesi a Marton Kiss

LUCCIOLE PICCHIATE E SEVIZIATE: CONDANNE LIMATE AGLI AGUZZINI

Una vittima: "Se non fruttavo 400 euro a sera mi avrebbero ucciso"



MOGLIANO VENETO
– (gp) Limata in appello la condanna degli aguzzini ungheresi delle lucciole di Mogliano Veneto. Accusati entrambi di sfruttamento della prostituzione e lesioni, Bela Balogh, 27enne difeso dall'avvocato Simone Guglielmin, è stato assolto dall'accusa di lesioni e condannato a due anni e otto mesi rispetto ai tre del primo grado mentre per Marton Kiss, 34enne difeso dall'avvocato Fabio Crea, al quale veniva contestato anche il reato di violenza sessuale, i giudici veneziani hanno confermato la pena di tre anni e sei mesi.

A incastrare i due ungheresi era stata una delle due presunte vittime che, nel corso di un incidente probatorio, aveva confermato le violenze subite. “Erano violenti. Se non davo loro 400 euro a sera mi picchiavano e mi dicevano che mi avrebbero ucciso. E per guadagnare di più mi costringevano a rapporti non protetti” aveva dichiarato la 20enne al giudice, confermando che Kiss in un'occasione l'avrebbe anche stuprata.

I fatti risalgono al primo aprile dello scorso anno quando la giovane ungherese, mentre attendeva i clienti a Mogliano Veneto, fermò una volante della Questura di Venezia per denunciare quello che da tempo subiva assieme all'amica. Agli agenti di Polizia la giovane “ribelle” raccontò che veniva segregata in una camera d'albergo a Mogliano Veneto. I poliziotti, facendo irruzione nel luogo indicato dalla lucciola, trovarono sia l'altra prostituta che i due aguzzini i quali avevano già saldato in contanti i 1.134 euro del conto dell'albergo e si stavano preparando a scappare intuendo che una delle ragazze si era rivolta alle forze dell'ordine.