Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La vicenda che vedeva indagato l'ex questore si è chiusa: nessun illecito

NESSUNA CORRUZIONE: ARCHIVIATO IL CASO DI CARMINE DAMIANO

"Esco a testa alta: non c'è stato nessun comportamento censurabile".



TREVISO
- Il gip del Tribunale di Treviso Silvio Maras ha archiviato la posizione dell'ex questore Carmine Damiano in relazione all'inchiesta relativa alla società di
sorveglianza `Nes´. La richiesta di archiviazione era stata avanzata dal sostituto procuratore Massimo De Bortoli che ha indagato sulla vicenda.

“Con questa decisione - ha commentato Damiano – vengono chiariti nel miglior modo possibile tutti i risvolti legati ad un'indagine approfondita. Mi sento di ringraziare tanto la Procura trevigiana quanto i giudici per la serietà e la competenza dimostrate. Emerge con chiarezza che non v'è stato, da parte mia, alcun comportamento censurabile, esco definitivamente da questa vicenda a testa alta soprattutto perché, da servitore dello Stato per oltre 38 anni, ho fatto della legalità il mio stile di vita”.

L'inchiesta, sull'ipotesi di corruzione, era stata avviata in relazione ad un contratto di consulenza sottoscritto da Damiano con la Nes, un'azienda di vigilanza controllata dal gruppo Compiano.
Gli inquirenti sosteneveano che Carmine Damiano, nel novembre 2012 (ovvero un mese prima di andare in pensione), avrebbe sottoscritto con la North East Services un contratto di consulenza che prevedeva, oltre a compensi in denaro, l'affitto di un appartamento in centro storico e l'utilizzo di un'Audi A8.

Un totale di 50 mila euro tra retribuzione e benefit. Secondo la tesi accusatoria, poco prima di essere “ingaggiato”, Damiano avrebbe firmato di proprio pugno un documento col quale dichiarava la completa regolarità dell'attività svolta dalla Nes che lo stesso Damiano aveva più volte attaccato in merito alle irregolarità del trasporto valori.