Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In manette il 59enne di Lovadina Giuliano Zolini: disposto l'obbligo di firma

PICCHIA LA COMPAGNA E MINACCIA I CARABINIERI: ARRESTATO

Era gią stato condannato per aver perseguitato una psicologa del carcere


TREVISO – (gp) Dopo una serie di condanne già rimediate in primo grado, Giuliano Zolini c'è ricascato. Il 59enne di Lovadina, dopo aver picchiato la convivente e minacciato i carabinieri intervenuti per sedare l'ennesima lite familiare, è finito in manette per l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Processato per direttissima ieri mattina, difeso dall'avvocato Andrea Zambon l'uomo ha riottenuto la libertà con l'obbilgo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre vole alla settimana. L'udienza è stata rinviata al prossimo 5 maggio, giorno in cui il 59enne al pronunciamento della sentenza. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri, Zolini al culmine di un diverbio con la compagna avrebbe iniziato ad alzare le mani. I militari, ricevuta la chiamata di quanto stava accadendo, si sono precipitati nell'abitazione di Spresiano. Alla vista dei militari, Zolini avrebbe spostato il mirino della sua ira contro di loro. Brandendo un coltello da cucina, lo avrebbe puntato contro i carabinieri minacciandoli. Dopo qualche minuto di trattative, il 59enne è stato disarmato e condotto in caserma per essere arrestato. Zolini non era un volto sconosciuto alle autorità. A fine ottobre era stato infatti condannato per stalking per aver perseguitato la psicologa del carcere di Treviso, di cui si sarebbe invaghito nel corso di una precedente detenzione nella casa circondariale trevigiana.