Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Impiegato di 47 anni arrestato dalla Polizia per maltrattamenti sulla moglie

"SEI UNA BUONA A NULLA": PRIMA LA PICCHIA POI LA SEGUE IN STRADA

L'episodio martedì sera a San Zeno: l'uomo è agli arresti domiciliari


TREVISO – (gp) Prima la insulta perché la cena non è di suo gradimento, poi la picchia perché non sarebbe in grado di fare nulla di buono e infine la insegue per strada quando lei tenta di sottrarsi alle sue ire. Condotte che sono costate l'arresto a un 47enne di Treviso, impiegato in un'azienda, per l'ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia.

L'uomo, sorpreso dalle volanti della questura di Treviso nel quartiere di San Zeno mentre stava dando la caccia alla moglie, impiegata statale di 44 anni, è stato messo agli arresti domiciliari a casa di un parente. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, non era la prima volta che il marito si accaniva sulla coniuge: due anni fa infatti era anche finito a processo ma tra i due sembrava fosse tornato il sereno, tanto che la donna decise di ritirare la querela.

Nei primi mesi tutto è andato liscio, ma col tempo le violenze tra le mura domestiche sono ricominciate. Sei mesi fa la donna ricorse alle cure del pronto soccorso per la frattura di un dito e diverse contusioni: la prognosi fu di 15 giorni. A inizio marzo la 44enne si era presentata ancora una volta al Ca' Foncello, stavolta per delle botte al volto. In entrambi i casi però pare non abbia detto ai sanitari chi l'avesse picchiata. Martedì sera però la donna, dopo essere stata presa a schiaffi, ha deciso di scappare e chiamare il 113 per sfuggire all'ira del marito.