Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Patrimonio al 16,85%, raccolta in crescita del 4,36%

PROMOSSA DA BANKITALIA, CENTROMARCA PENSA ALLA FUSIONE

Il presidente Cenedese: "Puntiamo ad un'intesa entro l'anno"


TREVISO - Centro Marca Banca, istituto di credito cooperativo, nei prossimi mesi potrebbe avviare un processo di fusione con altre bcc. Il presidente Tiziano Cenedese conferma che qualche dossier è già all'esame del consiglio di amministrazione: “Non abbiamo mai nascosto di ritenere quella dell'aggregazione una strada da percorrere – sottolinea Cenedese -. Se prima era un nostro desiderio, ora, nel nuovo contesto economico e bancario, è un'esigenza”. Massimo riserbo sui possibili partner, ma, se tutto procederà secondo i piani, già prima della fine dell'anno potrebbero essere concluse le intese preliminari.
L'ex bcc di Preganziol e Santa Cristina, 14 sportelli e 118 dipendenti, imbocca il cammino forte del risultato positivo dell'ispezione di Banca d'Italia. Gli ispettori di via Nazionale hanno operato negli uffici dell'istituto trevigiano dall'11 novembre al 30 gennaio passati e lunedì scorso hanno consegnato la loro relazione. Il dato che più inorgoglisce i vertici di Centro Marca, al di là dell'assenza di provvedimenti di sanzione, è la conferma di un indice di solidità patrimoniale, il cosidetto Tier 1, al 16,85, al di sopra della media delle bcc venete e dell'intero sistema bancario nazionale: “Un elemento che sarà sempre più essenziale per fare banca in futuro – sottolinea il direttore generale Claudio Alessandrini – e che ci consente di continuare nei programmi a Da sinistra il direttore generale Claudio Alessandrini e il presidente Tiziano Cenedesesostegno di famiglie ed imprese”.
La banca chiude il 2014 con una raccolta a 685 milioni di euro, in crescita del 4,36% rispetto all'anno precedente. Aumenta pure l'erogazione di mutui fondiari: 17,2 milioni, con un incremento sia dell'importo complessivo (più 36,4) sia del numero di pratiche (26,7), mentre sfiorano i 12 milioni i prestiti chirografari alle aziende (179 pratiche, più 90%). Tendenze confermate anche per i primi mesi del 2015 e che – nota Cenedese – fanno ben sperare sul prendere corpo delle ripresa.
L'istituto prosegue anche il programma di supporto a manifestazioni e festival culturali: tra le prossimi iniziative anche gli eventi per il centenario della nascita del celeberrimo tenore Mario De Monaco.