Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/322: EUROTOUR E CHALLENGE RIPARTONO DALL'AUSTRIA

╚ dello scozzese Marc Warren il primo successo dopo il lockdown


VIENNA - Ripartono simultaneamente dall’Austria, European Tour e Challenge Tour, con due tornei organizzati in sintonia: l’Austrian Open, la cui prima edizione si è svolta nel 1990, ha luogo sul tracciato del Diamond Country Club di Atzenbrugg, nei pressi di Vienna, e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Clamorosa decisione della squadra dopo il provvedimento della dirigenza

LA SOCIET└ DIMEZZA GLI STIPENDI, IL TREVISO ENTRA IN SCIOPERO

Totera: "Scarso rendimento", Zamuner: "Come farÓ chi arriva da fuori?"


TREVISO - Clamoroso: i giocatori del Calcio Treviso sono scesi in sciopero dopo la decisione della società di tagliare i loro rimborsi del 50%. Motivazione: gli scarsi risultati di una stagione deludente. Oggi e domani la squadra non si allenerà, venerdì pomeriggio al Tenni è in programma un incontro con la dirigenza. Ma il taglio non è per caso dovuto a delle difficoltà economiche del club? Il presidente Marcello Totera lo esclude categoricamente. "Non saremo la Juventus ma le risorse per finire la stagione ci sono, certo, il 50% è riduzione importante, ma anche la classifica è deludente. Ho parlato con Zamuner, è stato un segnale forte che abbiamo voluto dare per far capire che i giocatori hanno clamorosamente fallito gli obiettivi. Chiaro, la società ha bisogno di essere consolidata, l‘ho detto anche in tempi non sospetti, altrimenti progetti e programmi non se ne fanno."
Questo il parere invece di Andrea Zamuner, il nuovo capitano dopo l'allontanamento di Matteo Ton. "Non è giusto, non lo è soprattutto per quei ragazzi che arrivano da fuori provincia e che devono sobbarcarsi le spese di benzina, affitto e pranzo. Io vengo da San Donà ed ho la fortuna che di mattina lavoro, ma altri vivono solo di calcio: senza metà stipendio come possono tirare avanti? E temo che sarà così anche per i prossimi due mesi."