Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Procedere senza indugio alla trasformazione in spa"

VENETO BANCA TORNA ALL'UTILE, MA TAGLIA 70 FILIALI

Presentato il nuovo piano industriale 2015-2017


MONTEBELLUNA - Veneto Banca torna all'utile, ma prevede di chiudere 70 sportelli nei prossimi tre anni. Il cda del gruppo bancario ha approvato il piano industriale 2015-2017 e l'ha presentato ai sindacati. Tra i punti principali, la riduzione dei costi e la razionalizzazione della rete: 70 le agenzie da sfoltire nel triennio, con un numero di esuberi stimato in 450 unità. Centrale anche la questione della riforma legislativa del settore, con il passaggio delle Popolari ad spa.  Il consiglio ha ribadito "la propria intenzione di procedere senza indugio alcuno e nel più breve tempo possibile alla trasformazione della banca in società per azioni". Da più parti, si legge il taglio alla struttura come propedeutico ad evitare sovrapposizioni, in vista di una possibile fusione con Banca Popolare di Vicenza.
Intanto, Veneto Banca - annunciano i vertici - Veneto Banca tornerà all'utile già da quest'anno. L'obiettivo a fine triennio è di raggiungere un risultato netto di 170 milioni, insieme ad un Rote all 7,2%, e un CET1 ratio al 10,8%. Per farlo, il piano si concentra su quattro iniziative strategiche: incremento dei ricavi,  semplificazione e razionalizzazione del modello operativo, ottimizzazione del costo del rischio, semplificazione della struttura societaria.
"L’approvazione del nuovo piano Industriale 2015-2017 - commenta il presidente Francesco Favotto - pone le basi per un ritorno alla redditività per i nostri soci, già a partire da quest’anno. Forte dei suoi 138 anni di storia, Veneto Banca continuerà a sostenere le famiglie e le imprese dei territori nei quali opera, così come ha sempre fatto, anche durante gli ultimi difficili anni di crisi congiunturale. Il lungo cammino sin qui svolto, dalla conversione del prestito obbligazionario all’approvazione del nuovo piano industriale, passando dall’aumento di capitale e dal superamento degli stress test condotti dalla Bce, è stato possibile grazie al fondamentale sostegno da parte dei soci e di tutti i nostri dipendenti. Ciò consentirà a Veneto Banca di affrontare con determinazione le sfide derivanti dall’ormai prossima trasformazione in società per azioni delle banche popolari".