Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'uomo era in un albergo sul Terraglio con la famiglia

FERMATO A MESTRE UN TURCO ACCUSATO DI TERRORISMO

Il latitante alla polizia non ha opposto resistenza


VENEZIAFermato un turco, Unar Erdel, 45 anni, nei cui confronti c'era un mandato di cattura internazionale, per fini di estradizione, emesso dalla magistratura di Ankara per terrorismo. L'uomo, che aveva documenti austriaci, è stato bloccato all'uscita di un albergo di Mestre, lungo il Terraglio. Gli agenti lo hanno sorpreso stanotte nell'albergo dove il latitante era arrivato due giorni fa con la moglie e le sue due figlie, entrambe minori. Il turco si  mostrato meravigliato, ma non ha opposto resistenza. Ha riferito che era giunto in Veneto per trascorrere alcuni giorni per turismo con la famiglia. L'uomo avrebbe partecipato nel 1994 all' affissione illegale di manifesti e striscioni oltre al lancio di bottiglie molotov contro l'High Schhol ad Ankara, e nel 1995 un attentato negli uffici della banca di Konia Street di Ankara.