Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Lo stabile di Silea è andato distrutto: vigili del fuoco ancora al lavoro

INCENDIO ALL'EX CHIARI & FORTI: L'UNICA IPOTESI È QUELLA DOLOSA

Il commento del comandante Nicola Micele: "Rogo spaventoso"


SILEA - L'incendio che ha distrutto l'ex Chiari & Forti a Silea, interessando soprattutto la parte del Molino Toso, è di origine dolosa. Manca la conferma ufficiale ma al momento è l'unica ipotesi plausibile. A sottolinearlo è il comandante dei vigili del fuoco di Treviso Nicola Micele che sta monitorando in prima persona le ultime fasi di spegnimento dell'incendio. Ieri sera ben 18 squadre con circa una cinquantina di uomini sono intervenute per domare le fiamme, e al momento sono tre quelle operative per le ultime fasi di raffreddamento delle macerie. Sul posto anche i tecnici dell'Arpav per verificare se il fumo spigionatosi possa essere pericoloso per la salute: dai primi rilievi sembra che non ci sia fortunatamente nessun pericoloso e nessuna nube tossica. Ai nostri microfoni il commento del comandante dei vigili del fuoco di Treviso Nicola Micele