Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva 90 anni, i funerali lunedì alle 15 a Santa Maria del Rovere

ADDIO AD HUGO ALESSANDRINI, PIONIERE DELLA CHIRURGIA PEDIATRICA TREVIGIANA

Italo-cileno, è stato primario al Ca' Foncello e a Trieste


TREVISO - Dopo una lunga malattia, si è spento oggi il dottor Hugo Alessandrini, medico chirurgo di pediatria infantile. Nato a Santiago del Cile, nel 1925, aveva sviluppato nel corso della sua carriera numerose innovazioni tecniche nel suo campo di specializzazione. Dopo aver seguito in Cile le orme del padre, che era stato uno dei precursori di questo ramo della medicina in Sud America, ed esser stato come lui docente all’università a Santiago, nel 1970 Alessandrini si è trasferito con la famiglia in Italia, paese di cui era originario il suo bisnonno e da lui sempre considerato come casa. Ha dedicato tutta la sua vita alla cura dei bambini. Insieme ad una prestigiosa casa farmaceutica francese nel corso degli anni ha sviluppato prodotti che hanno aiutato notevolmente nel miglioramento delle condizioni dell’ammalato post operazione.
In Cile insieme ad un parroco italiano emigrato seguiva la parte medica di un rifugio per bimbi abbandonati, orfani o maltrattati. A Treviso è stato primario del reparto di Chirurgia pediatrica, formando una squadra di medici che hanno contribuito con lui a rendere la struttura una delle eccellenze dell’ospedale Cà Foncello di quegli anni. Poi nei primi anni 80 si è trasferito, come primario al Burlo Garofolo di Trieste, uno dei più prestigiosi ospedali infantili italiani. Nell'ultimo anno prima della pensione, era ritornato in Cile ad insegnare all’università di Valdivia, nel sud del paese.
Chi l'ha conosciuto, lo ricorda sempre stato circondato da colleghi che hanno con lui condiviso esperienze e anche vita sociale, in quanto considerava la medicina il suo mondo, secondo solo alla famiglia. Dopo aver perso la moglie l’anno scorso, lascia i tre figli Donatella, Franco e Giampiero.  I funerali si svolgeranno nella chiesa di Santa Maria del Rovere, lunedi 13 aprile, alle 15.