Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Regalia agli investitori in vista della trasformazione della banca in spa?

VENETO BANCA, SOCI CONTRO IL CROLLO PILOTATO DEL TITOLO

Proposta una svalutazione (di per sč eloquente) da 39,5 a 30,5 euro


MONTEBELLUNA - Crolla il valore dell'azione di Veneto Banca. Il consiglio di amministrazione del gruppo montebellunese ha deciso, esaminate le stime effettuate dagli esperti indipendenti designati dall’istituto, di proporre all’approvazione dell’assemblea dei soci, in programma, un importo pari a Francesco Favotto, presidente di Veneto Banca30,50 euro per titolo. Ovvero un ribasso di 9 euro rispetto a quanto deciso nell'assemblea dello scorso anno, quando già era stata stabilita una prima riduzione sulla "quotazione" del 2013. Allora l'azione aveva raggiunto il record a 40,75 euro, al termine di una crescita pressoché ininterrotta, e spesso a doppia cifra, fin dalla metà degli anni '90, quando il titolo valeva intorno ai 14 euro.  Su 112milioni circa di azioni in circolazione, l'operazione brucerà oltre un miliardo di euro di valore complessivo. Il taglio rispecchia quello annunciato da Popolare di Vicenza, che ha portato le proprie da 62,50 a 48 euro, in diminuzione del 23%. Il consiglio - spiega Veneto Banca - ha infatti deciso di proporre un adeguamento del valore delle azioni che, con responsabilità, includa gli effetti derivanti dal Comprehensive Assessment condotto dalla Bce nel mese di ottobre 2014 e rifletta il perdurare della crisi economica che ha duramente colpito le famiglie e le imprese dei territori nei quali la banca opera. Per effetto di tale adeguamento e incorporando i previsti benefici derivanti dalla cessione di alcuni asset in via di dismissione, il rapporto tra valore e patrimonio sarà pari a 1,28. I nuovi valori senza dubbio rinfocoleranno le polemiche sui numerosi soci che da tempo lamentano di aver chiesto la cessione delle proprie azioni senza riuscirvi, tema già al centro di accesi interventi nella scorsa assemblea.