Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bledian Bega dovrà sostenere un secondo processo per rispondere del reato di furto

CARABINIERE INVESTITO: CONDANNE PER 11 ANNI ALLA BANDA

Assolti i complici dalle accuse di lesioni e resistenza



TREVISO
– (gp) Condanne per oltre 11 anni per i tre albanesi che avevano investito, fratturandogli una gamba, il brigadiere Maurizio Biasini. La condanna più pesante è stata inflitta a Bledian Bega, colui che materialmente aveva cercato di darsi alla fuga in auto travolgendo il militare: tre anni e dieci mesi di reclusione per i reati di ricettazione, lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale.

Il giudice Cristian Vettoruzzo ha anche disposto che l'uomo, difeso dall'avvocato Francesca Mavilla, dovrà versare una provvisionale di 15 mila euro alla vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato Fabio Pavone chiedendo un risarcimento di 50 mila euro. Accogliendo un'eccezione sollevata dall'avvocato Mavilla, il giudice ha inoltre stralciato la posizione di Bega per quanto riguarda l'accusa di furto aggravato per la quale dovrà affrontare un nuovo procedimento penale.

I suoi due complici, difesi dagli avvocati Giorgio Pietramala e Fabio Crea, sono stati invece assolti dalle accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e condannati per quelli di furto e ricettazione (dell'auto rubata e della refurtiva di sei colpi precedenti ai due commessi a Ponzano Veneto la sera del loro arresto). Lavdim Zeziri, per cui il pm Mara Giovanna De Donà aveva chiesto una condanna a cinque anni e dieci mesi, ha rimediato una pena di tre anni e dieci mesi di reclusione mentre Bleda Noka (il pm aveva chiesto quattro anni e dieci mesi) è stato condannato a tre anni e otto mesi.

I fatti contestati risalgono alla sera del 21 febbraio scorso quando i carabinieri arrestarono i tre albanesi nel loro covo di via Don Milani. I militari li stavano seguendo e hanno fatto scattare il blitz quando i tre erano nel garage sotterraneo del palazzo. Zeziri e Noka hanno tentato di scappare a piedi ma sono stati subito bloccati mentre Bega, che si trovava al volante dell'auto, ha cercato di darsi alla fuga ingranando la marcia e investendo il brigadiere Maurizio Biasini. Un urto che ha provocato al militare una doppia frattura a una gamba che aveva richiesto un intervento chirurgico per essere ridotta.