Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bledian Bega dovrà sostenere un secondo processo per rispondere del reato di furto

CARABINIERE INVESTITO: CONDANNE PER 11 ANNI ALLA BANDA

Assolti i complici dalle accuse di lesioni e resistenza



TREVISO
– (gp) Condanne per oltre 11 anni per i tre albanesi che avevano investito, fratturandogli una gamba, il brigadiere Maurizio Biasini. La condanna più pesante è stata inflitta a Bledian Bega, colui che materialmente aveva cercato di darsi alla fuga in auto travolgendo il militare: tre anni e dieci mesi di reclusione per i reati di ricettazione, lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale.

Il giudice Cristian Vettoruzzo ha anche disposto che l'uomo, difeso dall'avvocato Francesca Mavilla, dovrà versare una provvisionale di 15 mila euro alla vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato Fabio Pavone chiedendo un risarcimento di 50 mila euro. Accogliendo un'eccezione sollevata dall'avvocato Mavilla, il giudice ha inoltre stralciato la posizione di Bega per quanto riguarda l'accusa di furto aggravato per la quale dovrà affrontare un nuovo procedimento penale.

I suoi due complici, difesi dagli avvocati Giorgio Pietramala e Fabio Crea, sono stati invece assolti dalle accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e condannati per quelli di furto e ricettazione (dell'auto rubata e della refurtiva di sei colpi precedenti ai due commessi a Ponzano Veneto la sera del loro arresto). Lavdim Zeziri, per cui il pm Mara Giovanna De Donà aveva chiesto una condanna a cinque anni e dieci mesi, ha rimediato una pena di tre anni e dieci mesi di reclusione mentre Bleda Noka (il pm aveva chiesto quattro anni e dieci mesi) è stato condannato a tre anni e otto mesi.

I fatti contestati risalgono alla sera del 21 febbraio scorso quando i carabinieri arrestarono i tre albanesi nel loro covo di via Don Milani. I militari li stavano seguendo e hanno fatto scattare il blitz quando i tre erano nel garage sotterraneo del palazzo. Zeziri e Noka hanno tentato di scappare a piedi ma sono stati subito bloccati mentre Bega, che si trovava al volante dell'auto, ha cercato di darsi alla fuga ingranando la marcia e investendo il brigadiere Maurizio Biasini. Un urto che ha provocato al militare una doppia frattura a una gamba che aveva richiesto un intervento chirurgico per essere ridotta.