Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bledian Bega dovrà sostenere un secondo processo per rispondere del reato di furto

CARABINIERE INVESTITO: CONDANNE PER 11 ANNI ALLA BANDA

Assolti i complici dalle accuse di lesioni e resistenza



TREVISO
– (gp) Condanne per oltre 11 anni per i tre albanesi che avevano investito, fratturandogli una gamba, il brigadiere Maurizio Biasini. La condanna più pesante è stata inflitta a Bledian Bega, colui che materialmente aveva cercato di darsi alla fuga in auto travolgendo il militare: tre anni e dieci mesi di reclusione per i reati di ricettazione, lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale.

Il giudice Cristian Vettoruzzo ha anche disposto che l'uomo, difeso dall'avvocato Francesca Mavilla, dovrà versare una provvisionale di 15 mila euro alla vittima, costituitasi parte civile con l'avvocato Fabio Pavone chiedendo un risarcimento di 50 mila euro. Accogliendo un'eccezione sollevata dall'avvocato Mavilla, il giudice ha inoltre stralciato la posizione di Bega per quanto riguarda l'accusa di furto aggravato per la quale dovrà affrontare un nuovo procedimento penale.

I suoi due complici, difesi dagli avvocati Giorgio Pietramala e Fabio Crea, sono stati invece assolti dalle accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e condannati per quelli di furto e ricettazione (dell'auto rubata e della refurtiva di sei colpi precedenti ai due commessi a Ponzano Veneto la sera del loro arresto). Lavdim Zeziri, per cui il pm Mara Giovanna De Donà aveva chiesto una condanna a cinque anni e dieci mesi, ha rimediato una pena di tre anni e dieci mesi di reclusione mentre Bleda Noka (il pm aveva chiesto quattro anni e dieci mesi) è stato condannato a tre anni e otto mesi.

I fatti contestati risalgono alla sera del 21 febbraio scorso quando i carabinieri arrestarono i tre albanesi nel loro covo di via Don Milani. I militari li stavano seguendo e hanno fatto scattare il blitz quando i tre erano nel garage sotterraneo del palazzo. Zeziri e Noka hanno tentato di scappare a piedi ma sono stati subito bloccati mentre Bega, che si trovava al volante dell'auto, ha cercato di darsi alla fuga ingranando la marcia e investendo il brigadiere Maurizio Biasini. Un urto che ha provocato al militare una doppia frattura a una gamba che aveva richiesto un intervento chirurgico per essere ridotta.