Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due serate organizzate dalla ricercatrice Giorgia Miazzo

CANTI E STORIE IN "TALIAN" PER RISCOPRIRE LE RADICI DEI VENETI BRASILIANI

Rivive la storia e la cultura delle famiglie emigrate in Paraną


VICENZA - Sabato 11 aprile, nel piccolo e incantevole paesino di Zovencedo, tra le colline vicentine, e domenica 12 aprile, nell’accogliente comune di Schiavon, sono state dedicate due serate all’emigrazione veneta in Brasile. Ha organizzato l’evento e presentato la dottoressa Giorgia Miazzo, che da anni si dedica a ricerche sull'emigrazione veneta nel mondo, illustrando il complesso percorso dei nostri corregionali espatriati già dalla fine del XIX secolo e descritto nelle sue opere “Cantando in Talian”, pubblicate un anno fa e già alla seconda edizione, dove racconta la storia degli oriundi e offre l’opportunità di imparare il talian, idioma veneto parlato ancora oggi da più un milione di persone nel sud del Brasile. E' stata una serata per ricordare quanto i veneti-brasiliani sono legati alla nostra terra, con ospiti d’eccezione, arrivati dalla lontana città brasiliana di Cascavel, nel Paranà. L’amore per la patria d’origine e il desiderio di tornarci è stato il comune denominatore che li ha spinti a portare in Veneto la loro passione. La compagnia teatrale “Ladri di Cuori”, composta da più di venti artisti, ha presentato la storia della nostra emigrazione con balli e costumi tipici degli antenati accompagnati dalla descrizione della storia di una famiglia emigrata oltre cinquant'anni fa. Sono stati due momenti interessanti e gioiosi, con danze divertenti, che hanno contagiando il pubblico, ma anche molto toccanti, ed è stato piacevole intrattenersi poi con loro per condividere e poter conoscere di più questi amici italo-brasiliani che amano e rispettano la nostra terra spesso più di noi. L'organizzatrice ringrazia tutti coloro che hanno condiviso queste serate originali trascorse con persone semplici e molto speciali.