Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista alla cantautrice veneta in concerto domenica a villa Guidini

"CARAVANBOLERO": IL NUOVO VIAGGIO MUSICALE DI ERICA BOSCHIERO

A Zero Branco l'anteprima del nuovo disco, in uscita martedì 21 aprile


TREVISO - Erica Boschiero presenta in anteprima dal vivo il suo atteso secondo disco, Caravanbolero.
La giovane rivelazione della canzone d’autore veneta sarà domenica 19 aprile, alle ore 18, all’Auditorium Villa Guidini di Zero Branco, affiancata da Edu Hebling (basso e contrabbasso) e da Eric Cisbani (batteria e percussioni), Riccardo Bertuzzi (chitarra elettrica) e Paolo Vianello (pianoforte).

L'album, in uscita martedì 21 aprile nei negozi di dischi, in digital download e in tutte le piattaforme streaming, sta già ricevendo importanti riscontri sia dai media nazionali (con recenti ospitate a Radio Due) che da artisti del calibro di Ornella Vanoni:

“Mi piace come scrive: è fresca e positiva, una persona interessante e con un bel timbro vocale. Il disco è un ottimo prodotto e mi piacciono molto gli arrangiamenti minimali ed evocativi. È già brava adesso al suo secondo disco e sicuramente crescerà molto. Sono contenta che ci sia questa novità nel panorama cantautorale femminile italiano. Tra le canzoni del disco le mie preferite sono Antigone e Papavero di Ferrovia. »

Erica Boschiero a Veneto UnoCaravanbolero è un viaggio di undici brani originali, undici storie che raccontano lo scorrere del tempo, il rapporto con la natura, oggetti piccoli e grandi domande del vivere umano, in un linguaggio musicale al contempo intimo e universale, capace di raccontare il tutto attraverso il minuscolo, il leggero, il fragile.

I brani vedono sempre presenti la chitarra acustica della cantautrice, la batteria di Eric Cisbani, la chitarra elettrica di Daniele Santimone e il contrabbasso e basso elettrico di Edu Hebling, più alcuni ospiti tra i quali spiccano Fausto Mesolella, Debora Petrina, Enrico Farnedi, Mauro Beggio, Andrea Ruggeri, Simone Chivilò e un'intera banda di paese.
Il disco è arrangiato da Edu Hebling e prodotto da Fausto Dasè per Bradilogo, etichetta fondata e diretta da quest’ultimo e Ivan Segreto.

Cantautrice e cantastorie veneta classe 1983, Erica Boschiero esordisce nel 2007 con “Dietro ogni crepa di muro”, partecipa a diverse compilation e porta la sua musica in giro per l'Italia e il mondo (ha suonato in Francia, Germania, Norvegia, Islanda, Estonia, Lettonia, Bielorussia e Kazakhstan).
Porta avanti ben cinque spettacoli diversi: “Sottosopra – spettacolo per un’Italia Unita” in duo con il percussionista napoletano Tony Cercola (storico percussionista di Pino Daniele ed Edoardo Bennato); “Ballate di China”, concert de dessin con il fumettista Paolo Cossi; “I Monti Pallidi”, spettacolo sulle antiche leggende delle Dolomiti con l’attore Sandro Buzzati; “Italie”, dialogo in musica con lo storico cantautore veneziano Gualtiero Bertelli e “Mitincanti”, percorso musicale attraverso gli antichi miti della tradizione popolare veneta con Gianluigi Secco. E riceve importanti riconoscimenti: Premio d'Aponte (2008), Premio Botteghe d'Autore (2009), Premio Corde Libere (2013), Premio per il Miglior Testo a Musicultura e Premio Parodi nel 2012 è finalista per “L'Artista che non c'era”. Nel 2013 il suo brano “Papavero di Ferrovia” è stato inserito nella compilation del Premio Tenco “Siamo in Tenco”.