Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'uomo già condannato per spaccio è stato protagonista di un'inseguimento rocambolesco

ARRESTATO IL PUSHER DI PARCO MANIN, CLIENTI ANCHE DEI MINORI

Montebelluna, fermato dagli uomini della Squadra Mobile un 32enne marocchino


MONTEBELLUNA - Arrestato a Montebelluna dagli uomini della squadra mobile di Treviso nel pomeriggio di mercoledì, un pusher 32enne di origini marocchine A.K., che spacciava nella zona tra parco Manin e la stazione dei treni. L’uomo già pregiudicato per reati specifici aveva tra i suoi clienti anche dei minorenni, studenti in città che dopo le lezioni passavano dalla stazione per prendere i mezzi pubblici e si rifornivano di hashish. Molto accorto e guardingo nella sua attività, evitava sempre di muoversi con troppa droga addosso preferendo piuttosto effettuare più movimenti per rifornirsi; anche al momento dell’arresto addosso gli sono state trovate solo poche dosi. Gli accertamenti degli uomini della Questura di Treviso sono state ancora più difficoltose in fase di indagine perché l’uomo ha dimostrato una buona dose di scaltrezza effettuando quasi sempre i suoi movimenti a piedi o in bicicletta, e scegliendo percorsi secondarie che lo rendevano difficilmente pedinabile. Rocambolesca anche la dinamica dell’arresto con l’uomo che è scappato a piedi nudi con in mano le infradito che calzava ai piedi. Nell’abitazione sono stati ritrovati 40 grammi di hashish e il materiale per il confezionamento.