Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Guardia di Finanza ha sequestrato magliette, felpe, sciarpe e gadget del rapper

ABUSIVI AL CONCERTO DI FEDEZ: DENUNCIATI DUE NAPOLETANI

I due indagati sono accusati dei reati di contraffazione e ricettazione


SAN BIAGIO DI CALLALTA – (gp) Venditori abusivi al doppio concerto di Fedez a San Biagio di Callalta. Un blitz della Guardia di Finanza di Treviso ha portato alla denuncia a piede libero di due cittadini napoletani per le ipotesi di reato di contraffazione e ricettazione. I due, sui cui sono stati aperti due diversi fascicoli, sono stati scoperti a vendere ai fan di Fedez magliette, sciarpe, felpe e altri gadget chiaramente contraffatti. Tanto che la segnalazione alle autorità competenti sarebbe giunta dagli stessi titolari dell'agenzia di merchandising del rapper milanese. Le Fiamme Gialle hanno posto sotto sequestro probatorio diverso materiale che servirà agli inquirenti per sostenere l'accusa in vista del procedimento penale a carico dei due indagati, in pratica già incardinato. Organizzati con stand e furgoncino, non avevano però le autorizzazioni alla vendita e i certificati di produzione della merce.