Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il presidente: "Scelta sofferta, Tosi? Flavio resta un amico"

NČ CON ZAIA, NČ CON TOSI, MURARO RESTA IN PROVINCIA

“Ho deciso di rispettare il mandato che mi č stato assegnato"


TREVISO -  "Una decisione soffertissima ma ho voluto rispettare quello che ho fatto nel 2011 quando il 58,8% dei cittadini trevigiani mi ha votato per amministrare questo ente. Terrò fede a quell'impegno fino alla fine del mio mandato". Leonardo Muraro rompe gli indugi e annuncia ufficialmente che non sarà candidato alle prossime elezioni regionali. Rimarrà nella Lega e continuerà dunque a restare presidente della Provincia, guidando l'istituzione fino alla scadenza dell'amministrazione nel 2016 e allo scioglimento.
Da settimane, con la scissione tra Lega e i seguaci di Flavio Tosi, si inseguivano le voci sul futuro politico del numero uno del Sant'Artemio. Da sempre vicino al sindaco di Verona, la presenza di Muraro ad una manifestazione elettorale di Tosi aveva fatto presagire una scelta di campo del presidente dell'amministrazione provinciale e varie voci lo davano come sicuro capolista del Faro, il movimento tosiano, nella circoscrizione della Marca. Muraro invece ha ribadito di non voler tradire i suoi vent'anni di storia di militante leghista, ma soprattutto di non voler venir meno all'impegno preso con gli elettori. Ha sottolineato che non si tratta di una questione di “careghe” o di posizione in lista. “Ho deciso di continuare il mio impegno amministrativo anche per i dipendenti – ha rimarcato -, in questo momento di difficoltà con il nuovo ordinamento e la trasformazione in ente di secondo livello”.
Una scelta che, si è augurato Muraro, compiano anche gli assessori della sua giunta. Il leader dell'amministrazione provinciale ha sottolineato come siano stati giorni di grande tensione “ho tanti amici sia dall'una sia dall'altra parte” ha insistito più volte riferendosi a Carroccio e tosiani. E sullo stesso Tosi, Muraro ha rimarcato perentorio: “Flavio è un signore”.

Galleria fotograficaGalleria fotografica