Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per rispondere di omicidio colposo il 77enne di Tarzo Elio Tomasi

TRAVOLTO IN SCOOTER: L'INVESTITORE PATTEGGIA 16 MESI DI CARCERE

La vittima è Innocente Bernardi, camionista di 48 anni di Revine Lago


TARZO – (gp) Si è chiuso con un patteggiamento a un anno e quattro mesi di reclusione il procedimento penale per la morte di Innocente Bernardi, il camionista 48enne di Revine Lago deceduto in un incidente stradale a Tarzo il 14 luglio 2013. Di fronte al gup Umberto Donà, per rispondere dell'accusa di omicidio colposo, era finito Elio Tomasi, 77enne residente poco distante dal luogo del sinistro.

Innocente Bernardi, quella domenica sera, era in sella al suo scooter e stava tornando dalla casa di riposo dov'era andato a trovare la madre. Improvvisamente in via Colmaggiore a Tarzo, all'altezza del bar Zuanella, una Fiat Punto uscendo da un parcheggio gli aveva tagliato la strada. L'uomo aveva tentato di evitare la vettura senza riuscirci.

L'impatto frontale era stato tremendo, tanto da non lasciare scampo al 48enne, morto sul colpo. Alla guida dell'auto che non si è accorta dell'arrivo del centauro c'era appunto Elio Tomasi. Era stato proprio lui a chiamare i soccorsi che erano intervenuti tempestivamente. Ma i sanitari giunti sul posto non avevano potuto far altro che constatare il decesso del camionista, che ha lasciato una moglie e un figlio di 16 anni.

Innocente Bernardi, oltre a essere un alpino e molto conosciuto nella comunità di Revine, è il fratello di Loris, consigliera di maggioranza del comune di Revine retto dal sindaco Battista Zardet. Sul posto erano intervenuti anche i carabinieri per i rilievi del caso e per stabilire l'esatta dinamica dell'incidente. Inizialmente le indagini della Procura di Treviso avevano stabilito che a causare l'incidente era stata la mancata precedenza dell'auto. La velocità tenuta dal centauro, che viaggiava appena al di sotto dei 50 chilometri orari, era però sopra il limite dei 30 all'ora vigente su quel tratto di strada, motivo per cui a processo è stato stabilito che si è trattato di un concorso di colpa.