Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Corpo con il cranio fracassato, sarà eseguito il test del Dna, spunta un testimone

POSSAGNO: UOMO CARBONIZZATO, FERMATI UN UOMO E UNA DONNA

L'omicidio sabato notte, la loro auto in panne, incastrati dal meccanico


POSSAGNO - Ci sono due persone, un uomo ed una donna, in stato di fermo per l'omicidio di Possagno. Nel primo pomeriggio di ieri, alle 14, a Possagno lungo una mulattiera dietro la gipsoteca del Canova in valle della Gheda, detta valle di San Rocco, era stato rinvenuto il cadavere, carbonizzato, di un uomo dai caratteri caucasici, alto un metro e 60 e di circa 50 anni, con il cranio fracassato. A scoprire il corpo, in avanzato stato di decomposizione, sono stati due boscaioli del luogo, Gabriele Fornasier ed il fratello. I resti sotto un cumulo di sassi: ad attirare i fratelli è stato lo strano accumulo di mosche nei pressi delle pietre. Sotto i massi c'era il corpo. Nei giorni scorsi era stato notato anche del fumo provenire dal bosco ma gli stessi boscaioli non vi diedero peso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castelfranco che indagano ora per omicidio.

E' in corso in queste ore l'identificazione del corpo (sarà sottoposto al test del Dna) e i rilievi scientifici. Probabilmente il cadavere è stato ucciso altrove e poi trasportato li per essere eliminato; la morte risalirebbe probabilmente a sabato notte. Gli investigatori, coordinati dal pm Mara De Donà, stanno passando al setaccio le immagini del sistema di videosorveglianza della zona e sentendo alcune testimonianze; tra queste c'è quella di un meccanico della zona che avrebbe prestato soccorso sabato sera ad un uomo ed una donna, italiani, rimasti in panne con la loro auto, una Golf, proprio poco distante. I due, stando al racconto fornito, si erano mostrati particolarmente nervosi e con molta fretta di dileguarsi: sono riusciti a ripartire solo domenica mattina. I militari li hanno fermati nella notte e sottoposti ad un lunghissimo interrogatorio: al termine sarebbero scattate le manette. Trovato a pochi passi dai resti anche un coltello di oltre 10 centimetri di lunghezza, annerito dal fuoco, con cui la vittima sarebbe stata uccisa (il corpo presentava dei profondi fendenti all'addome).