Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda specializzata in carrozze ferroviarie fallita due anni fa

LA FERVET CERCA PADRONE, ALL'ASTA LA STORICA FABBRICA

La vendita il 10 giugno, prezzo base poco oltre 5 milioni


CASTELFRANCO - Dopo oltre un secolo di storia, lo stabilimento della Fervet di Castelfranco va all'asta. La storica azienda, specializzata nella costruzione e riparazione di carrozze ferroviarie, è fallita due anni fa ed ora il curatore fallimentare, Dino Biasotto, ha disposto la vendita al miglior offerente del complesso industriale di Borgo Pieve: base d'asta 5 milioni e 75 mila euro.
Il sito della fabbrica, inaugurata il 3 maggio del 1908, si estende su oltre 91mila metri quadrati e comprende svariati edifici: capannoni, uffici, locali tecnici, spogliatoi e mense per gli operai, molti bisognosi di ristrutturazione, in particolare al tetto. C’è persino un’ala, attualmente sigillata, dove veniva effettuata l’eliminazione dell’amianto dalle carrozze. il complesso dispone anche di un piccolo scalo ferroviario privato. L'intero patrimonio immobiliare è stato valutato 7.489.000 euro. Verranno messi in vendita anche tutti gli oggetti che si trovano all'interno degli stabili: impianti ed apparecchiature per le lavorazioni, attrezzi, scaffalature e arredi, nonché mobili e apparecchi informatici degli uffici. In questo caso il prezzo complessivo fissato è di 469mila euro. La stima totale è stata però decurata di circa 3 milioni di euro, tenendo conto che l'eventuale acquirente dovrà effettuare una bonifica dell'area: nel suolo, infatti, sono stati rilevati livelli di inquinanti, metalli ed idrocarburi, superiori alla norma. Le offerte dovranno pervenire entro le 11 del 9 giugno prossimo, il giorno successivo, alla stessa ora, è prevista l'apertura delle buste. La “Fabbrica E Riparazione Vetture E Tramways” è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Treviso il 14 giugno 2013, dopo una lunga agonia: colpo di grazia, il ritiro, a metà commessa, nel 2009, da parte di Trenitalia dell’ordine per 900 vagoni Intercity. Esaurite la cassa integrazione e alcune, temporanee riprese dell’attività, i circa duecento dipendenti sono stati messi in mobilità.