Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Venezia, i commenti di Montagner (Raixe Venete) e Morosin (Indipendenza Veneta)

IN OLTRE SEIMILA FESTEGGIANO SAN MARCO E L'IDENTITA' VENETA

La più grande bandiera al mondo con il Leone alato srotolata in piazza


VENEZIA - Una mega bandiera con il Leone alato, la più grande al mondo mai confezionata, 24 metri per 18, tenuta sollevata da centinaia di mani al centro di piazza San Marco. E tutto attorno migliaia di altri vessilli marciani sventolati nel sole. E' stato questo il momento culminante della Festa di di San Marco, andata in scena per la quinta volta nel cuore di Venezia: migliaia persone, oltre seimila nel picco massimo secondo le prime stime, si sono radunate davanti all'omonima Basilica per celebrare il santo patrono, nel giorno dedicato dalla Chiesa all'evangelista. Una ricorrenza religiosa, ma anche un'occasione per riscoprire la storia e la civiltà millenarie del Veneto e dei suoi abitanti.
Una festa di popolo spontanea, al di là di ogni caratterizzazione politica, come spiega Alberto Montagner, presidente dell'associaizone Veneto Nostro – Raixe Venete. Di certo, il raduno popolare è diventato ormai una tradizione tra i veneti (e non solo: sono arrivati gruppi anche da altre regioni e dall'Istria). Un salto in avanti notevole, da quel 25 aprile 2011, quando una decina di ragazzi decise di compiere un giro per la piazza con le bandiere con il Leone, quasi per provocazione rispetto alla mancanza di celebrazioni ufficiali organizzate dalle istituzioni pubbliche. Per Alessio Morosin, storico indipendentista e candidato presidente alla prossime regionali, è il segno di una sensibilità sempre più diffusa.