Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'albanese ha patteggiato per rapina e furto aggravato: è la prima condanna

"BANDA DEI FANTASMI": DUE ANNI E NOVE MESI A BLENARI GJINAI

I due complici arrestati a Torino e l'unico latitante a processo a giugno


CONEGLIANO – (gp) Prima condanna per la “banda dei fantasmi”. Blenar Gjinai, l'albanese ritenuto il responsabile della rapina ai danni di un 66enne di Santa Lucia di Piave e che era stato riconosciuto dalla stessa vittima, e di altri 4 furti in casa, ha patteggiato due anni e nove mesi di reclusione di fronte al gup Silvio Maras.

Assieme a lui erano finiti di fronte al giudice gli altri tre complici (due si trovano in carcere mentre uno è ancora latitante): per loro la sentenza verrà emessa a metà giugno. Si tratta della banda di albanesi, dedita ai furti in abitazione, che aveva seminato il terrore nel coneglianese e, una volta finita in carcere, era stata rimessa in libertà dal giudice Angelo Mascolo. Gjinai era stato l'unico a rimanere dietro le sbarre mentre i tre complici erano stati scarcerati.

A inizio marzo la Polizia di Torino aveva arrestato Genc Hisbajrami mentre guidava senza patente per la città. Qualche settimana più tardi la polizia municipale del capoluogo piemontese, a seguito del controllo di un’Alfa 147, si sono imbattuti in Sirian Brahelica, che era stato fermato con parte della refurtiva ancora in mano mentre usciva da un compro oro di San Vendemiano assieme a Hisbajrami. Episodio che aveva permesso ai carabinieri di sgominare la banda nell'ottobre scorso.