Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Studio della Cna: scende del 2,1% la pressione fiscale

LE IMPRESE TREVIGIANE LAVORERANNO 8 GIORNI IN MENO PER IL FISCO

Nel capoluogo le aziende versano all'Erario i guadagni fino al 25 luglio


TREVISO - La città di Treviso è al 106º posto, a livello nazionale, su 113 comuni capoluogo, per Total Tax Rate sulle imprese, cioè per il peso complessivo del fisco, ben al di sotto alla media nazionale e con un calo rispetto al 2014. Lo ha evidenziato il Rapporto 2015 dell’Osservatorio nazionale Cna sulla tassazione della piccola impresa.
Secondo l'associazione di categoria, l'indicatore del peso fiscale, per l'anno in corso, è sceso al 56,7%, 2,1 punti in meno rispetto ai dodici mesi precedenti. Questo fa sì che un'impresa tipo, nel capoluogo della Marca, inizi a lavorare per sé stessa, anziché destinare i propri guadagni all'Erario, dal 25 luglio, mentre l'anno scorso la data era fissata al 2 agosto. La media nazionale è al 14 agosto.
Lavorare sette mesi per lo Stato continua comunque a rimanere un’anomalia, come sottolinea il direttore provinciale della Cna, Giuliano Rosolen: «Siamo ancora ben lontani da una tassazione sostenibile e il fisco italiano rimane tra i più voraci d’Europa. Ma, dai dati che abbiamo in mano, sembra che questa voracità stia cominciando, di poco e lentamente, a calare”. Un calo dovuto, spiegano dalla Cna, in particolare al taglio dell'Irap, nonostante un aumento dei contributi previdenziali per l'imprenditore, dell'Irpef e delle relative addizionali. Così, nel saldo complessivo, la suddetta azienda tipo quest'anno disporrà di 1.062 euro in più.