Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa per peculato e spaccio un operatore sociosanitario di 42 anni

RUBA FARMACI E VENDEVA COCA: ARRESTATO DIPENDENTE DELL'USL 9

Messo sulle tracce della Squadra Mobile dalla direzione dell'ospedale


TREVISO – (gp) Un operatore sociosanitario, dipendente dell'Ulss 9, è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Treviso per peculato e spaccio aggravato. Secondo l'accusa il 42enne, originario del veneziano ma da anni residente a Treviso, avrebbe rubato diversi farmaci nel reparto di malattie infettive dove prestava servizio e avrebbe spacciato cocaina a un paziente in almeno cinque occasioni.

A mettere gli inquirenti sulle tracce dell'uomo è stata la direzione dell'ospedale che aveva segnalato alle autorità continui ammanchi di farmaci. L'attenzione degli agenti di polizia, dopo i primi accertamenti, si era focalizzata sull'operatore socio sanitario in quanto aveva libero accesso al magazzino. Nel corso dei pedinamenti si è anche scoperto anche che l'uomo era riuscito ad agganciare un ex tossicodipendente di 35 anni, in cura al Sert per disintossicarsi, e lo avrebbe indotto a ricadere nel tunnel della droga offrendogli una dosa di cocaina a titolo gratuito.

Da quel momento il giovane sarebbe stato indotto a continuare ad assumere cocaina diventando cliente dell'operatore sociosanitario. Una condotta che ha permesso agli agenti di chiedere e ottenere un decreto di perquisizione dalla magistratura che ha portato prima al rinvenimento, in una delle due abitazioni che il 42enne aveva a disposizione, di diverse scatole di medicinali sottratti al Ca' Foncello, e poi all'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per le accuse di peculato e spaccio. Il gip, convalidato, l'arresto, ha disposto che il 42enne debba rimanere rinchiuso in cella in attesa di giudizio.