Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tognana: "Tocca ai bellunesi decidere, ma valutino la tenuta economica"

A RISCHIO LA SUPER CAMERA DI COMMERCIO TREVISO - BELLUNO

Emendamento salva gli enti montani: fusione in forse


TREVISO - Rischia di subire uno stop la fusione tra le Camere di commercio di Treviso e Belluno. Ieri, infatti, il governo ha dato il via libera ad un emendamento al disegno di legge delegato sulla pubblica amministrazione, approvato dal Senato: la nuova norma salva le camere di commercio montane, escludendole in virtù della loro specificità dalla riforma e dall'obbligo di aggregarsi anche se hanno meno di 40mila iscritti. Nelle nuove condizioni rientrano, appunto, l'ente camerale di Belluno insieme a quelli di Sondrio e Verbano- Ossola- Cusio.
L'unione con Treviso, dopo l'approvazione da parte dei rispettivi consigli, aveva già ricevuto le autorizzazioni del ministero dello Sviluppo economico: si stava procedendo con le valutazioni tecnico-amministrative, con l'obiettivo di dar vita al nuovo ente entro la fine dell'anno. Ora, però, il processo è in sospeso. La nuova disposizione normativa, infatti, ripassa la palla ai vertici della Camera di commercio bellunese: toccherà a loro stabilire se procedere comunque o approfittare della possibilità offerta dalla legge. Il presidente della Camera di commercio di Treviso, Nicola Tognana, ribadisce il massimo rispetto per la libertà di decisione, ma invita i colleghi a valutare attentamente la sostenibilità economica, visti i pesanti tagli al bilancio già annunciati dall'esecutivo.
Nel caso Belluno scegliesse di interrompere definitivamente la fusione, da piazza Borsa spiegano che Treviso non cercherà altri partner: delle altre istituzioni vicine, Venezia e Rovigo hanno a loro volta già avviato la fusione, mentre le altre province, Treviso compresa, hanno comunque i requisiti per mantenersi autonome.