Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una sola "marmotta" di polvere pirica, ladri costretti alla fuga, telecamere oscurate

ASSALTO ALLA "BANCA DI TREVISO" MA IL BANCOMAT REGGE ALL'ESPLOSIONE

Nel mirino alle 3 di stanotte la filiale di Quinto in via Vittorio Emanuele


QUINTO - Fallito nella notte un assalto tentato da una banda di ladri al bancomat della filiale della “Banca di Treviso” di via Vittorio Emanuele a Quinto di Treviso. Poco dopo le 3 della scorsa notte ignoti hanno cercato di far saltare in aria con una carica esplosiva il dispositivo che ha però retto alla deflagrazione: i malviventi sono stati costretti a fuggire a mani vuote. Sul posto, allo scattare dell'allarme, sono immediatamente giunti i carabinieri di Zero Branco ma la banda si era già allontanata. Fortunatamente limitati i danni: la carica esplosiva, inserita nel vano di erogazione del denaro, si è rivelata non sufficientemente potente e l'esplosione ha causato solo una leggera piegatura alla lamiera della cassaforte. I malviventi, prima di piazzare la “marmotta”, così viene in gergo chiamata, di polvere pirica hanno oscurato con della vernice spray le telecamere di videosorveglianza dell'istituto di credito. Ad agire, si sospetta, sarebbe stato un gruppo composto da almeno tre persone.