Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Intervista al M° Lucia Visentin e la professoressa Mara Zia

TORNA L'ORCHESTRA GIOVANI ARCHI VENETI, SABATO SERA A SAN FRANCESCO

Il programma con brani di Cajkovskij, Bottesini, Saint-Saens e Arenskij


TREVISO - Dopo il grande concerto che lo scorso maggio segnò il ritorno dell'orchestra "Giovani archi veneti" a Treviso, la straordinaria realtà musicale fondata e diretta da Lucia Visentin sarà di nuovo a San Francesco sabato 9 maggio (ore 20.45) per un concerto dedicato alla musica russa e a celebri pagine romantiche per soli ed orchestra d'archi. La compagine trevigiana, composta da musicisti giovanissimi (la maggior parte dai 15 anni ai 20) è una formazione stabile che in oltre dieci anni di attività ha ottenuto cinque vittorie in concorsi internazionali per orchestre tra cui Ortona, Padova e il prestigioso Victor de Sabata youth contest, senza contare i numerosi premi vinti dai singoli strumentisti.
 
Nei nostri studi, all'interno di Buongiorno Veneto Uno, abbiamo presentato il concerto dei G.A.V. assieme al M° Lucia Visentin e la professoressa Mara Zia. Buon ascolto!

Il programma proposto dai GAV per il concerto vedrà eseguite le Variazioni su un tema di Cajkovskij op.35 di Anton Arenskij, compositore russo ottocentesco, docente al Conservatorio di Mosca, professore di Alexander Scriabin e Sergej Rachmaninoff. Giovanni Bottesini, compositore, direttore d'orchestra e celebre virtuoso del contrabbasso, sarà ricordato con l'Allegro per contrabbasso e archi meglio noto come la Tarantella (contrabbasso solista Elena Mazzer). Il violinista Alberto Stiffoni sarà invece solista in Introduzione e Rondò Capriccioso, l'unico lavoro che il compositore scrisse per il celebre violinista Pablo de Sarasate e che, inizialmente avrebbe dovuto sostituire il finale del concerto per violino op.20. Il pezzo senda dubbio più celebre di questo programma è il Sestetto per archi Souvenir de Florence, op. 70 di P.I.Tchaikovskij. Composto sulle suggestioni di un soggiorno fiorentino che fruttò anche l'ispirazione de "La dama di picche", il Sestetto nasce nel giugno 1890 concepito per "sei indipendenti parti reali" ed è completato nell'agosto successivo, come emerge da una lettera a Nadezda von Meck "sapendo che voi amate la musica da camera, gioisco all'idea che ascolterete il mio sestetto: l'ho scritto con un entusiasmo e un piacere estremi, senza il minimo sforzo".

Il curriculum dei GAV vede la presenza in alcune delle più importanti sale da concerto italiane, tra cui il teatro Donizetti nell’ambito del Bergamo Musica Festival 2009,Teatro Dal Verme di Milano, il Teatro Bibiena di Mantova il teatro Dante Alighieri di Ravenna, oltre al Treviso Teatro Comunale di Treviso, al Teatro Sociale di Rovigo e alTeatro Comunale di Belluno. Ma la dimensione dell'orchestra è europea, grazie anche alle collaborazioni con celebri nomi come il clarinettista Michel Portal ed il soprano Luciana Serra. Nel 2010 i Giovani Archi Veneti inaugurano in Francia la stagione concertistica “Musiques et Patrimonie en Pais du Chinonais” presso la chiesa collegiale di Saint-Martin de Candes. Nell’agosto del 2012 l’orchestra ha fatto una tournée in Francia: è stata invitata al festival “de la haute Tinée”, e ha suonato a St. Etienne de Tinée e a Valberg e a settembre ha suonato nella cattedrale d’Evry, la famosa chiesa progettata dall'archistar Mario Botta. Il 2013 vede la giovane orchestra in tournée in Svizzera. Nel 2014, concerti a Torino, al Teatro Lorenzo da Ponte di Vittorio Veneto al tempio di San Francesco e all’Auditorium Candiani di Mestre per “X-Music” premio Abbiati mentre il 2015 ha visto i GaV ospiti a Rovigo Cello city e al festival Finestre sul Novecento. L'orchestra propone opere dei più importanti compositori, dal periodo barocco ai contemporanei.