Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Perdita individuata poco dopo le 6, emergenza risolta in due ore

FUGA DI GAS DAL METANODOTTO, EVACUATI DODICI RESIDENTI

Gusto alle condutture della Snam in via Casaria a Biancade


RONCADE - Fuga di gas  questa mattina all'alba dal metanodotto della Snam, all'altezza di via Casaria, nella frazione di Biancade. Il guasto ad una conduttura ha provocato una forte fuoriuscita di gas naturale dall'impianto gestito dalla società Snam rete gas. I tecnici sono stati costretti a sospendere momentaneamente l'erogazione, per poter realizzare un bypass. Considerata la presenza di un elettrodotto ad alta tensione nelle immediate vicinanze, per precauzione sono state evacuate dodici persone residenti nelle abitazioni situate entro un raggio di 500 metri dal punto di fuoriuscita. La zona peraltro si trova in campagna. Inevitabile trambusto ed un po' di apprensione, ma nessun problema particolare alle persone. Terminata l'emergenza, gli abitanti sono già rientrati nelle loro case. Dopo il primo allarme poco prima delle 5, la perdita è stata individuata alle 6.23, l'intervento cui hanno partecipato vigili del fuoco, forze dell'ordine e tecnici dell'azienda si è concluso intorno alle 8.

Galleria fotograficaGalleria fotografica