Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il 9 maggio si celebra l'avvio del processo di integrazione europeo

L'EUROPA FESTEGGIA: "MA ╚ PREDA DELLA BUROCRAZIA"

Per l'europarlamentare David Borrelli perso il contatto con i cittadini


TREVISO - L'Unione europea celebra oggi la "Festa dell'Europa": il 9 maggio 1950, infatti, veniva presentato ufficialmente da Robert Schuman il piano di cooperazione economica, ideato da Jean Monnet, che ha segnato l'avvio del processo di integrazione europea. Quale senso ha oggi questa ricorrenza? David Borrelli, europarlamentare trevigiano del gruppo Efdd - Europa della libertà e della democrazia diretta, individua, innanzitutto, un significato storico di mantenere vivo "un progetto vincente e unico al mondo, che ha unito tanti stati attorno ai valori della democrazia e della pace". Mentre la costruzione dell'Europa, al di là degli finanziarie e monetarie, rimane ancora lungi dall'essere compiuta, però mai come oggi l'unità europea viene messa in discussione, pur con motivazioni diverse: dall'uscita dall'euro della Grecia, invocata da alcuni, temuta da altri, ai venti euroscettici che riprendono vigore in Gran Bretagna con le recenti elezioni. "Lo spirito iniziale, se non scomparso del tutto, si è fortemente smarrito - ammette Borrelli -. Oggi l'Europa è una macchina burocratica immensa che ha perso il contatto con i cittadini e con i territori. Molti diritti sono raggiunti, ma ora le sfide sono altre e l'Europa non è preparata per affrontarle perchè ha perso, anche a causa della crisi, la voglia di raggiungere un ideale più alto"