Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA È VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinnovato il protocollo d'intesa con l'Ente Nazionale Sordi: ora disponibile l'app

SOS SORDI: FILO DIRETTO CON LA QUESTURA PER CHIEDERE AIUTO

Con un sms si può richiedere l'intervento delle forze dell'ordine


TREVISO – (gp) Non solo rinnovata, ma è stata anche potenziata la convenzione tra la Questura di Treviso e l'Ente Nazionale Sordi. Il protocollo d'intesa, voluto dal Ministero dell'Interno, continuerà per tutto il 2015 e permetterà, come ha già fatto in decine e decine di casi, di permettere alla Polizia di intervenire in situazioni di pericolo che vedono i sordi come sfortunati protagonisti. E viceversa, permetterà anche ai sordi di segnalarle in tempo reale.

Oltre al numero d'emergenza già in funzione da cinque anni, ora è stata perfezionata anche un'applicazione per smartphone che renderà il servizio ancora più efficiente e usufruibile. Il sistema è semplice: la persona sorda che si trova in difficoltà manda un sms al numero dedicato con un codice numerico (ce ne sono trenta per ogni caso di richiesta di aiuto) che arriva direttamente in un computer della centrale operativa in questura. In base alla gravità della situazione, la polizia può così intervenire subito o dialogare con il malcapitato per tranquillizzarlo o fornirgli indicazioni e consigli utili.

L'applicazione per smartphone ricalca il servizio sms, ma l'interfaccia più immediata permette agli utenti di inviare tramite una vignetta la richiesta d'aiuto più appropriata: si va dai ladri in casa all'aggressione, dalla violenza sulle donne alla fuga di gas, passando per la persona chiusa in ascensore, l'auto in panne o la mamma partoriente. Un servizio che il vicecommissario della sezione trevigiana dell'Ens ha definito prezioso, ringraziando la questura per averlo messo a punto.