Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinnovato il protocollo d'intesa con l'Ente Nazionale Sordi: ora disponibile l'app

SOS SORDI: FILO DIRETTO CON LA QUESTURA PER CHIEDERE AIUTO

Con un sms si può richiedere l'intervento delle forze dell'ordine


TREVISO – (gp) Non solo rinnovata, ma è stata anche potenziata la convenzione tra la Questura di Treviso e l'Ente Nazionale Sordi. Il protocollo d'intesa, voluto dal Ministero dell'Interno, continuerà per tutto il 2015 e permetterà, come ha già fatto in decine e decine di casi, di permettere alla Polizia di intervenire in situazioni di pericolo che vedono i sordi come sfortunati protagonisti. E viceversa, permetterà anche ai sordi di segnalarle in tempo reale.

Oltre al numero d'emergenza già in funzione da cinque anni, ora è stata perfezionata anche un'applicazione per smartphone che renderà il servizio ancora più efficiente e usufruibile. Il sistema è semplice: la persona sorda che si trova in difficoltà manda un sms al numero dedicato con un codice numerico (ce ne sono trenta per ogni caso di richiesta di aiuto) che arriva direttamente in un computer della centrale operativa in questura. In base alla gravità della situazione, la polizia può così intervenire subito o dialogare con il malcapitato per tranquillizzarlo o fornirgli indicazioni e consigli utili.

L'applicazione per smartphone ricalca il servizio sms, ma l'interfaccia più immediata permette agli utenti di inviare tramite una vignetta la richiesta d'aiuto più appropriata: si va dai ladri in casa all'aggressione, dalla violenza sulle donne alla fuga di gas, passando per la persona chiusa in ascensore, l'auto in panne o la mamma partoriente. Un servizio che il vicecommissario della sezione trevigiana dell'Ens ha definito prezioso, ringraziando la questura per averlo messo a punto.