Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gaiarine, incastrati dalle impronte lasciate su alcuni pannelli di legno

LADRI DI CARAMELLE E SNACK AL MOBILIFICIO "PIANCA"

Scoperti da un dipendente nella notte, in manette due romeni


GAIARINE - E' finito con l'arresto un furto messo a segno da due ladri “golosi” all'interno del mobilificio “Pianca” di via dei Cappellari a Gaiarine. I malviventi erano riusciti a rubare caramelle, alcuni snack e monetine da due distributori automatici presenti nella ditta. Ad essere bloccati ed arrestati dai carabinieri due cittadini romeni: Vasile Vangau, 47 anni, e Ciprian Petrea, 33 anni entrambi domiciliati a Crocetta del Montello, ospitati a casa di alcuni amici connazionali. A scoprire gli stranieri è stato un dipendente dell'azienda che ha visto fuggire dalla sede due uomini, entrambi calvi. L'operaio ha subito contattato il titolare ed i carabinieri che hanno a lungo passato al setaccio la zona, a caccia dei ladri. Poche ore dopo, una pattuglia dei militari ha fermato l'auto dei balcanici che corrispondevano perfettamente alla descrizione fornita dal testimone. Nel corso della perquisizione i carabinieri hanno ritrovato la magra refurtiva che gli stranieri avevano ottenuto scassinando le due macchinette distributrici di snack presenti nella ditta: alcune barrette di Mars e dei chewing-gum Orbit Supermint, oltre a varie decine di euro in monetine. I malviventi erano riusciti a penetrare nel mobilificio tagliando una rete di recinzione: poi avevano forzato e scavalcato una finestra, lasciando le impronte delle loro scarpe su alcuni pannelli di legno. Un altro dettaglio che ha incastrato i due stranieri.