Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Dramma a Cordignano, filo della canna da pesca si impiglia, scossa fatale

VA A PESCARE, MUORE FOLGORATO DAI CAVI DELL'ALTA TENSIONE

Marco Vazzoler, 32 anni di San Biagio, trovato sulle rive del Meschio


CORDIGNANO - Era andato lungo le rive del Meschio, a Cordignano, per una battuta di pesca ma ha perso la vita per una tragica fatalità: il filo della sua canna da pesca in fibra di carbonio che stava utilizzando si è impigliato tra i cavi dell'alta tensione e la potentissima scarica elettrica lo ha folgorato, uccidendolo sul colpo. A perdere la vita un 32enne di San Biagio di Callalta, Marco Vazzoler. Il suo corpo senza vita, semicarbonizzato, è stato rinvenuto domenica sera, poco dopo le 22, dai carabinieri che lo stavano cercando, su segnalazione dei famigliari, preoccupati non vedendolo fare ritorno a casa. Poco prima era stata rintracciata la sua auto, posteggiata lungo via Vittorio Veneto, a pochi passi dall'argine. L'allarme era stato lanciato alle 21; il telefono cellulare di Marco, suonava a vuoto. Sull'episodio indagano ora i militari della Compagnia di Vittorio Veneto. La salma di Marco Vazzoler, operaio elettrista della Eurogroup di Silea e residente con la famiglia in via Valdrigo a San Biagio di Callalta, si trova attualmente presso l'obitorio di Vittorio Veneto: probabilmente la Procura disporrà l'autopsia. Il 32enne, grande appassionato di pesca e membro di un'associazione di Biancade di Roncade, aveva deciso di raggiungere Cordignano: doveva essere un allenamento per una battuta di pesca a cui il giovane avrebbe dovuto partecipare tra qualche giorno. Marco, figlio unico, lascia i genitori, Lino e Gabrielle. I funerali si terranno nei prossimi giorni a San Biagio di Callalta. Ai nostri microfoni le parole di cordoglio di Flores Modolo, presidente della sezione trevigiana della federazione italiana di pesca sportiva.