Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il boato, fortissimo, ha risvegliato i residenti, ingenti i danni alla filiale

VOLPAGO, BANCOMAT FATTO SALTARE IN ARIA CON L'ESPLOSIVO: BOTTINO DI 31MILA EURO

Nel mirino la filiale della banca popolare di Verona in via San Pio X


VOLPAGO DEL MONTELLO - Un colpo da esperti professionisti quello messo a segno la scorsa notte da una banda di tre malviventi alla filiale della Banca Popolare di Verona di Volpago del Montello in via San Pio X. Ignoti, verso le 2.15 circa, hanno fatto esplodere con una carica di polvere pirica il dispositivo bancomat esterno dell'istituto di credito. I malviventi, dopo la potente deflagrazione, sono fuggiti con quasi tutto il denaro contenuto nella cassa del dispositivo che era stato da poco ricaricato di banconote. Il bottino, stando ad una prima stima della banca, ammonterebbe a circa 30mila euro. Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri ma la banda, proveniente forse da fuori provincia, era già lontana. I militari della Compagnia di Montebelluna e della stazione di Volpago indagano ora sull'episodio: saranno acquisite e visionate nelle prossime ore le immagini delle telecamere di videosorveglianza della banca. Il boato, fortissimo, ha risvegliato buona parte dei residenti e qualcuno avrebbe assistito anche alla fuga dei ladri, a bordo di un'auto di grossa cilindrata. Ad agire, come detto, sono state tre persone con il viso travisato con un passamontagna. L'esplosivo a “marmotta” (composta da più cariche di polvere pirica) era stato inserito nel vano per la distribuzione del denaro e poi innescato: lo scoppio ha sospinto la porta posteriore del bancomat contro la parete posteriore, all'interno della filiale: i danni per questo motivo sono stati molto ingenti. I carabinieri che hanno svolto i rilievi di polizia scientifica sul posto hanno rilevato come la carica esplosivo avesse un potenziale perfetto allo scopo: un colpo “pulito” dunque, da professionisti. Nel mese di maggio si tratta del terzo bancomat preso di mira in provincia. L'11 maggio a finire nel mirino la filiale di Veneto Banca di Varago mentre nove giorni prima, il 2 maggio, venne colpita la filiale della Banca di Treviso di Quinto. Questo dobbio blitz si concluse con un buco nell'acqua per i ladri, costretti in entrambe le occasioni a fuggire a mani vuote senza prendere neppure un euro.