Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ai ragazzi anche la solidarietà del volontariato della Marca

NIENTE TRENO PER I DOWN, ZAIA: "I RESPONSABILI PAGHERANNO"

Il governatore scrive a Trenitalia e annuncia ispezioni


TREVISO - "Un fatto gravissimo, una vergona su cui non passerò sopra". Non usa mezzi termini il presidente della Regione Luca Zaia per commentare quanto accaduto sabato scorso nelle stazioni ferroviarie di Mestre e di Conegliano: un gruppo di ragazzi down, secondo quanto denunciati dai rappresentanti della loro associazione, sarebbero stati respinti in malo modo, perchè accusati di essere troppo lenti, dagli addetti della biglietteria, a cui avevano semplicemente chiesto di acquistare un biglietto per andare in gita a Venezia.
“Ho scritto una lettera ai vertici di Trenitalia, e per conoscenza all’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato – annuncia Zaia -, affinché provvedano a chiarire alla Regione Veneto, titolare del contratto di servizio per il trasporto ferroviario regionale, le esatte circostanze dell’accaduto. E ho chiesto inoltre che, qualora emergessero responsabilità individuali, come mi sembra chiaro fin d’ora che emergeranno, vengano puniti i responsabili”. Il governatore assicura che avvierà ispezioni per verificare che il personale a contatto con il pubblico sia debitamente formato: “Nel momento in cui sottoscriviamo un accordo con Trenitalia, il cui caposaldo è la tutela e il rispetto dei diritti dei viaggiatori – sottolinea il presidente del Veneto -, mi sembra assurdo che tali diritti vengano negati proprio a chi, pur nella sua fragilità, sta compiendo un percorso di autonomia e crescita personale e sociale che lo pongono perfettamente in grado di interloquire con l’erogatore di un servizio universale”.
Solidarietà ai ragazzi e all'associazione viene manifestata anche da Alberto Franceschini, presidente di Volontarinsime Centro Servizi volontariato di Treviso: “L'indagine interna di Trenitalia non basta per lenire il dolore causato dalla discriminazione subita – nota Franceschini -. E' urgente, davvero, che la società civile e il mondo politico si mobilitino per garantire il diritto dei disabili a vivere in autonomia e in condizioni di parità reale. . Nella speranza che quanto accaduto non debba ripetersi mai più, ricordo il grande lavoro che il volontariato sta facendo, da sempre, per aumentare l'inclusione sociale di soggetti con disabilità e, soprattutto, la loro autonomia e fede nelle proprie capacità".


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
18/05/2015 - Discriminati da Trenitalia: un gruppo di down perde il treno