Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, unico responsabile per polizia locale, attività produttive e sportello unico

CA' SUGANA ACCORPA I SERVIZI E RISPARMIA 75MILA EURO

In pensione il dirigente, sociale con scuola e cultura


TREVISO - Valzer di dirigenti e competenze a Ca' Sugana. L'amministrazione municipale avvia una riorganizzazione sperimentale, in vista di una revisione generale della struttura ad agosto 2016. La giunta Manildo taglia un dirigente, con un risparmio per le casse comunali di circa 75mila euro. Soldi, assicurano da Ca' Sugana, che ora verranno riutilizzati per rispondere alle esigenze dei cittadini. “A fronte di 8 milioni di tagli di trasferimenti statali e spazi di patto sempre più stretti, liberare risorse è sempre una buona notizia”, sottolinea il sindaco di Treviso Giovanni Manildo. Certo, se la Regione come previsto dalla legge avesse indicato entro il 31 marzo i nuovi criteri che i Comuni devono rispettare nelle assunzioni, precisa il sindaco, sarebbe stato tutto più semplice e le opportunità di scelta più ampie. Il rischio, mancando la norma, era di lasciare un settore strategico come il Sociale scoperto per troppo tempo. Da qui la scelta di avviare la sperimentazione, con anche che ha anche lo scopo di studiare una struttura comunale più efficiente e funzionale agli obiettivi dell’amministrazione.
Il Sociale, scoperto dopo il pensionamento di un dirigente, verrà affidato a un responsabile che seguirà anche la scuola e la cultura, la polizia locale invece verrà gestita unitamente ad attività produttive e sportello unico. La decisione, condivisa con la maggioranza, muove comunque dall’esigenza di dare risposte più veloci e immediate a problematiche che sono trasversali a diversi settori.
“Così facendo creiamo delle connessioni più forti tra scuola, politiche sociali e cultura – ribadisce l’assessore al Personale, Anna Caterina Cabino -. La nuova denominazione sportello unico e polizia locale prefigura anche in questo campo un allargamento del ruolo di coordinamento che Treviso può svolgere per il territorio circostante. Un nuovo impegno dell’amministrazione, oltre alla Stazione unica appaltante già assegnata agli Affari Istituzionali, nell’ottica della Grande Treviso”.
La riorganizzazione prevede infine l’assegnazione dell’Ufficio relazioni con il pubblico al settore Affari istituzionali e del servizio statistica al settore delle risorse umane e servizi informatici.