Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente del Real Vicenza intende trasferire la squadra allo stadio Tenni

IL VICENTINO DIQUIGIOVANNI VUOLE CREARE IL REAL TREVISO

Già visto l'assessore Michielan, l'annuncio potrebbe essere imminente


TREVISO - Il progetto di un imprenditore di Vicenza, Lino Diquigiovanni, di trasferire la sua squadra, il Real Vicenza, per farla giocare allo stadio Tenni in Lega Pro sotto colori e denominazione trevigiana (Real Treviso?), è serio e potrebbe presto concretizzarsi. La presenza dell'attuale società, l'ACD Treviso, non ostacolerebbe il progetto. Questo in sintesi il pensiero dell'imprenditore, che punta l'anno prossimo alla promozione in B. Ma perchè proprio Treviso? "Mi sarebbe piaciuto trasferirmi a Valdagno, che fra l’altro è la zona dove sono nato e cresciuto, purtroppo non ha strutture adeguate; mi hanno interpellato Trieste, troppo lontano, ed un altro comune vicentino ma io punto su Treviso".
Com’è nata l’idea? "C’era una trattativa con Renzo Corvezzo riguardo un suo giocatore, poi però il discorso si è allargato. Mi ha detto: Guarda che a Treviso c’è grande voglia di calcio, pensaci. Ed infatti: voglio creare squadra e società trevigiane, partendo da una Lega Pro che il prossimo anno avrebbe tanti club veneti, per cui godrebbe di grande popolarità, con un progetto che preveda almeno la B ma anche la A, perché no? Ho idee serie, solide, i mezzi economici non mancano. Ed una volta completata la cosa potrei anche mollare la società in altre mani, no problem."
La città e la provincia sentiranno davvero loro una società vicentina trapiantata a Treviso?
"E perché non dovrebbero? Denominazione e colori societari saranno solo biancocelesti. Una fusione con l’altra società non è possibile, lo so, per cui vengo da solo. D‘altra parte il Padova dopo il fallimento cos‘ha fatto, s‘è appoggiato al Biancoscudato, ha fatto la D e l‘ha vinta."
Diquigiovanni ha già incontrato l'assessore comunale allo sport Ofelio Michielan, che si è detto favorevole all'iniziativa, e tra poco farà altrettanto con il sindaco Manildo.