Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, mezzi fermati e multati per otto volte, sanzioni già pagate per 50mila euro

TRASPORTO ABUSIVO DI MERCI IN RUSSIA, DITTA LITUANA STANGATA

Sequestrati dalla polstrada due camion al vettore "U.A.B. Transmeja"


TREVISO - Due autoarticolati di un'azienda di trasporti lituana, la "U.A.B. Transmeja", sono stati posti sotto sequestro ai fini di confisca dalla polizia stradale di Treviso per trasporto abusivo di merce, violazione in cui la ditta è incorsa per ben otto volte nell'ultimo anno con verbali già pagati per oltre 50mila euro. Risultano pendenti altri verbali per altri 50mila euro che sono attualmente oggetto di ricorso. La "U.A.B. Transmeja", in base a quando accertato dalla polizia stradale, trasportava merce dal Veneto alla Russia pur non avendo nessuna licenza. I camionisti, in caso di controllo, facevano risultare che il viaggio di trasporto si concludeva in Lituania ma in realtà proseguiva fino a Mosca: a smascherarli sono state le bolle di trasporto delle aziende del nostro territorio che avevano incaricato il vettore di effettuare la consegna. L'ultimo trasporto abusivo, l'ottavo scoperto dalla polizia stradale di Treviso, era stato bloccato due settimane fa lungo la Noalese: i camion della ditta lituana stavano trasportando componenti di arredo per conto di un'azienda vicentina. Nel corso dei primi tre controlli, svolti nel corso dell'estate del 2014, i trasportatori avevano pagato immediatamente le sanzioni (un totale di circa 50mila euro) alla polizia stradale per poter proseguire il viaggio. Contro le successive multe, tutte salatissime e per un totale di altri 50mila euro, la ditta di trasporti lituana aveva deciso di presentare ricorso. Nonostante ciò aveva continuato a svolgere i trasporti abusivi: da qui il provvedimento di sequestro ai fini di confisca di due camion per un valore complessivo di circa 200mila euro.