Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, per 100-150 euro prestavano servizio ai rivenditori di mezzi della Marca

CONTACHILOMETRI ABBASSATI SULLE AUTO USATE: 8 INDAGATI

Nel mirino della polizia stradale gli specialisti del "taroccamento"


TREVISO - Si allarga l'indagine della polizia stradale di Treviso sulle auto usate a cui i venditori abbassavano il chilometraggio per gonfiarne il prezzo. Alle 22 persone già denunciate per frode in commercio, titolari e dipendenti di 15 ditte della provincia impegnate nella compravendita di vetture usate, tutte cedute da società di leasing, se ne aggiungono altre 8, tutti trevigiani tra i 30 ed i 50 anni. Si tratta dei “taroccatori” veri e propri, addetti all'abbassamento dei contachilometri delle vetture da mettere in vendita: quattro si erano suddivisi altrettante aree della provincia e servivano i rivenditori delle rispettive zone di competenza, altrettanti erano “battitori liberi”. Ben sei tra loro sono titolari o lavorano in aziende del settore auto. Il costo del taroccamento variava, hanno accertato gli investigatori, tra i 100 ed i 150 euro: l'alterazione riguardava il solo contachilometri e non la centralina che registrava invece il vero chilometraggio percorso dalle auto. Anche per questi otto nuovi indagati la denuncia di cui dovranno rispondere è frode e tentata frode in commercio.