Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato con rito abbreviato un 27enne albanese residente a Trebaseleghe

L'AMANTE LO LASCIA E LUI LA PICCHIA E LA IMPORTUNA: UN ANNO

Vittima una trevigiana: picchiata per gelosia decise di mollarlo



TREVISO
– (gp) Non avrebbe accettato la fine della loro relazione extraconiugale e, per l'accusa, dopo aver importunato la vittima per qualche settimana sarebbe arrivato a picchiarla. Finito di fronte al gup Bruno Casciarri per rispondere dell'accusa di stalking, un 27enne albanese residente a Trebaseleghe è stato condannato con rito abbreviato a un anno di reclusione, senza sospensione condizionale della pena.

Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso, l'uomo avrebbe reso la vita impossibile a una coetanea trevigiana. La donna, sposata, avrebbe avuto una relazione extraconiugale con l'imputato e, dopo qualche mese, avrebbe deciso di troncare quel rapporto per un motivo semplice: nel corso di una scenata di gelosia, la donna sarebbe stata picchiata dall'imputato. Sarebbe bastato un solo pugno per stordirla e farla finire a terra, ma non contento il giovane avrebbe continuato a infierire su di lei tanto da procurarle vistosi ematomi al volto e al corpo.

La scelta di porre fine a quella relazione sarebbe coincisa con l'inizio delle vessazioni da parte del 27enne il quale, come descritto nel capo d'imputazione, avrebbe tempestato la vittima con sms, telefonate e appostamenti sotto casa tanto da costringerla a cambiare le proprie abitudini. Una situazione che si era calmata soltanto il 19 settembre 2013, quando al 27enne venne notificato il divieto di avvicinamento alla donna.