Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cimadolmo, il titolare ha invitato l'autorità ad allontanarsi, inutile ogni mediazione

PREFETTO A CENA CON IL CANE, IL RISTORATORE LA CACCIA VIA

L'episodio lunedì sera "Da Maurizio", durante la rassegna dell'asparago


CIMADOLMO - Aveva portato con sè, a cena, anche il suo piccolo cane (sistemato dentro una piccola borsetta) e per questo è stata invitata dal titolare del ristorante "Da Maurizio" di Cimadolmo ad andarsene dal locale. Ad essere messa alla porta non un commensale qualsiasi ma il Prefetto di Treviso, Maria Augusta Marrosu che stava presenziando lunedì sera ad un evento conviviale, con altre autorità, nell'ambito della rassegna "bianco fresco dolce asparago". Tra l'imbarazzo generale (alla cena erano presenti 200 invitati tra cui numerosi sindaci e assessori della provincia) il Prefetto ed il marito hanno abbandonato la sala. Inutile ogni tentativo di mediazione delle altre autorità presenti alla cena, tra cui il comandante provinciale dell'Arma dei carabinieri, Ruggiero Capodivento che ha cercato di far ragionare il ristoratore, Maurizio Bassetto, che è stato inamovibile. Ieri sono arrivate le scuse ufficiali dell'associazione organizzatrice dell'evento.