Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, decine di richieste di cambio di destinazione d'uso

DA EDIFICABILI AD AGRICOLE, VIA LIBERA ALLA CONVERSIONE DELLE AREE

La giunta approva l'accoglimento delle domande per i terreni


TREVISO - Un tempo costituivano una ricchezza. Ora le aree edificabili diventano un onere, sempre più spesso insostenibile, a causa dello stallo del settore delle costruzioni e del peso dell'imposizione fiscale. Così anche a Treviso, negli ultimi anni, sono in netto aumento le richieste per convertire la destinazione di questi terreni in agricoli, soggetti ad una tassazione molto più agevolata.
Ora il passaggio potrà avvenire in modo più semplice e rapido: la giunta comunale, recependo una recente legge regionale, ha dato il via libera alla conversione per le domande ed ha stabilito le procedure. Sono già diverse decine, infatti, i cittadini che hanno avanzato l'esigenza per appezzamenti, in media, intorno ai due o tre ettari ciascuno, come spiega l'assessore al Territorio, Paolo Camolei.
Naturalmente, non è detto che chi chiede il cambiamento avvii poi effettivamente una coltivazione, ma comunque, oltre ai benefici economici per i diretti interessati, come ribadisce il sindaco Giovanni Manildo, il provvedimento è in linea con la volontà dell'amministrazione di evitare ulteriore consumo di suolo e cementificazioni e se possibile di recuperare spazi per il verde.
E a proposito di gestione del territorio, fa un altro passo avanti anche il Pat: il piano è stato definitivamente approvato dal Comune, dopo la ratifica da parte della Provincia, attesa nei prossimi giorni e la pubblicazione sul bollettino ufficiale regionale, lo strumento urbanistico potrà entrare nella sua fase attuativa.