Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un 37enne di Villorba per un fallo di reazione in una partita di calcetto

TESTATA IN FACCIA ALL'AVVERSARIO: A PROCESSO PER LESIONI

Vittima un 24enne di Carbonera: perse un incisivo dopo l'aggressione


SILEA – (gp) Un fallo tattico per bloccare un contropiede lo avrebbe mandato su tutte le furie. Tanto che, una volta trattenuto per un braccio dopo un dribbling che lo aveva portato a tu per tu con il portiere avversario, si sarebbe avvicinato all'autore della scorrettezza e gli avrebbe sferrato una testata in pieno volto. Un colpo secco e violento che ha fatto perdere un dente al malcapitato, che ora ha trascinato l'autore del gesto in tribunale.

Quella reazione, oltre all'espulsione decretata nell'immediatezza dei fatti dall'arbitro, rischia di costare davvero caro a un 37enne di Villorba il quale, difeso dall'avvocato Valeria Sarra, finito di fronte al giudice per lesioni aggravate. La vittima, un 24enne residente a Vascon di Carbonera, si è invece costituito parte civile con l'avvocato Lorenzo Zanella chiedendo un risarcimento danni di 10 mila euro.

L'episodio incriminato risale al 2 dicembre 2011. Negli impianti sportivi di Silea si stava svolgendo una partita di un campionato amatoriale di calcio a 5. Di fronte i “The old friends”, la squadra dell'imputato, contro i “Salvareghi”, la formazione della presunta vittima. Una gara tutto sommato corretta e pare a senso unico, visto che i Salvareghi, dopo il primo tempo, si trovavano in netto vantaggio. La trance agonistica però, nonostante il risultato parziale, non sarebbe scemata nella seconda frazione di gioco.

I The old friends infatti avrebbero iniziato a spingere per cercare di ribaltare la partita e il 37enne avrebbe iniziato a mostrare i primi segni di nervosismo. Fino a quando, subìta la trattenuta mentre si stava lanciando in contropiede, ha reagito mandando al tappeto l'avversario con una testata. L'incisivo destro della vittima era saltato via in un attimo, facendo vistosamente sanguinare il 24enne che venne portato negli spogliatoi.

Nei giorni successivi l'impietosa diagnosi del dentista: era necessario ricostruire parzialmente l'osso e operare per impiantare una protesi. Per guarire completamente, certificati alla mano, ci sono voluti 180 giorni e 2.500 euro di interventi. Denaro che ora la vittima pretende con tanto di interessi per i danni morali e materiali subìti. A novembre la sentenza.