Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un 37enne di Villorba per un fallo di reazione in una partita di calcetto

TESTATA IN FACCIA ALL'AVVERSARIO: A PROCESSO PER LESIONI

Vittima un 24enne di Carbonera: perse un incisivo dopo l'aggressione


SILEA – (gp) Un fallo tattico per bloccare un contropiede lo avrebbe mandato su tutte le furie. Tanto che, una volta trattenuto per un braccio dopo un dribbling che lo aveva portato a tu per tu con il portiere avversario, si sarebbe avvicinato all'autore della scorrettezza e gli avrebbe sferrato una testata in pieno volto. Un colpo secco e violento che ha fatto perdere un dente al malcapitato, che ora ha trascinato l'autore del gesto in tribunale.

Quella reazione, oltre all'espulsione decretata nell'immediatezza dei fatti dall'arbitro, rischia di costare davvero caro a un 37enne di Villorba il quale, difeso dall'avvocato Valeria Sarra, finito di fronte al giudice per lesioni aggravate. La vittima, un 24enne residente a Vascon di Carbonera, si è invece costituito parte civile con l'avvocato Lorenzo Zanella chiedendo un risarcimento danni di 10 mila euro.

L'episodio incriminato risale al 2 dicembre 2011. Negli impianti sportivi di Silea si stava svolgendo una partita di un campionato amatoriale di calcio a 5. Di fronte i “The old friends”, la squadra dell'imputato, contro i “Salvareghi”, la formazione della presunta vittima. Una gara tutto sommato corretta e pare a senso unico, visto che i Salvareghi, dopo il primo tempo, si trovavano in netto vantaggio. La trance agonistica però, nonostante il risultato parziale, non sarebbe scemata nella seconda frazione di gioco.

I The old friends infatti avrebbero iniziato a spingere per cercare di ribaltare la partita e il 37enne avrebbe iniziato a mostrare i primi segni di nervosismo. Fino a quando, subìta la trattenuta mentre si stava lanciando in contropiede, ha reagito mandando al tappeto l'avversario con una testata. L'incisivo destro della vittima era saltato via in un attimo, facendo vistosamente sanguinare il 24enne che venne portato negli spogliatoi.

Nei giorni successivi l'impietosa diagnosi del dentista: era necessario ricostruire parzialmente l'osso e operare per impiantare una protesi. Per guarire completamente, certificati alla mano, ci sono voluti 180 giorni e 2.500 euro di interventi. Denaro che ora la vittima pretende con tanto di interessi per i danni morali e materiali subìti. A novembre la sentenza.