Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Piefrancesco, il papÓ di Mary: "Macchina ben oliata e pronta a ripartire"

VERTICE SUL GIALLO DI MARIANNA CENDRON: RICERCHE "CONGELATE"

Incontro tra forze dell'ordine e genitori, nessun appiglio investigativo


PAESE - "Le ricerche sono sospese ma la macchina è ben oliata ed è pronta a ripartire in qualsiasi momento": a parlare, in un misto di rassegnazione e speranza, è Piefrancesco Cendron, il padre di Marianna, la 20enne di Paese scomparsa nel nulla dal 27 febbraio 2013. Lui e la moglie Emilia hanno partecipato al vertice che si è svolto in Prefettura in mattinata. Al tavolo erano presenti anche il comandante dei vigili del fuoco di Treviso, Nicola Micele, il comandante dei carabinieri di Montebelluna, Eleonora Spadati, oltre a rappresentanti delle altre forze dell'ordine e associazioni che seguono da tempo il caso della ragazza. La sensazione è quella di una situazione di completa stasi su tutti i fronti: dopo i presunti avvistamenti a Conegliano di alcuni mesi fa non si sono più verificate segnalazioni e anche le indagini sembrano essersi arenate. Inutili anche le ispezioni svolte nei mesi scorsi presso le cave tra Paese e Castelfranco: si cercavano tracce di oggetti riconducibili a Mary ma nulla purtroppo è stato trovato. Le ricerche quindi sono di fatto "congelate", in attesa di una possibile svolta, un segno, un appiglio investigativo.