Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Esaurite le prenotazioni per il primo incontro con Berti, Severino e Vero Tarca

PENSARE IL PRESENTE INIZIA CON UN TUTTO ESAURITO

Il programma del festival filosofico di sabato 30 e domenica 31


TREVISO - Inizia con un tutto esaurito Pensare il presente, il primo Festival filosofico di Treviso.
Sono andati esauriti nel giro di poche ore i biglietti della prima conferenza (prevista per le 11:00 al Liceo Duca degli Abruzzi), dedicata al tema A cosa serve la filosofia?, con Enrico Berti, Emanuele Severino e Luigi Vero Tarca.

Il professor Vero Tarca, curatore scientifico del Festival, e moderatore del primo incontro ha anticipato ai nostri microfoni il contenuto dell'appuntamento che vedrà confrontarsi due tra i maggiori filosofi italiani contemporanei.
(In alto il link all'intervista)


GLI EVENTI IN PROGRAMMA

Il direttore del Festival, Damiano Cavallin, e il curatore scientifico, Luigi Vero Tarca, soddisfatti per l'interesse manifestato dal pubblico, che ha superato le loro stesse aspettative, ricordano, soprattutto a quanti non riusciranno a partecipare alla conferenza d'apertura, gli altri appuntamenti del Festival. Tutti incontri di alta qualità, per stimolare un pensiero attivo e critico rivolto al tempo presente, tra filosofia, sociologia, economia ed ecologia.

Il pomeriggio di sabato 30 si aprirà alle 16:00, all'Auditorium Stefanini, con la conferenza di Franca D'Agostini, una dei massimi esperti in Italia di logica e filosofia contemporanea, sul tema scottante Politica e menzogna.
Seguirà, alle 18:00, l'intervento di Lorella Zanardo, autrice del celebre documentario Il corpo delle donne, sui diritti delle donne e sugli abusi televisivi a cui è sottoposta la loro immagine.

L'Auditorium riaprirà le porte al pubblico domenica 31 maggio alle 9:00 con Massimo Donà, apprezzato studioso di estetica e filosofia dell'arte, per una conferenza sul pensiero di Leopardi e il problema attuale del nichilismo e il crollo dei valori.
Alle 11:00, guidati da Giangiorgo Pasqualotto, un'autorità nel campo della filosofia comparata e interculturale, si parlerà invece del concetto di vuoto in Oriente, in particolare secondo la tradizione Buddhista e Daoista.

Nel pomeriggio il Festival si trasferirà nell'aula magna dell'Istituto Riccati per proporre, alle 15:00, un incontro con Andrea Baranes, autore di Finanza per indignati. Si discuterà quindi della crisi economica, delle sue cause e delle possibili soluzioni per uscirne.
Alle 17:00 Gianni Tamino, docente di biologia all'Università di Padova, si interrogherà, infine, sul rapporto tra uomo e natura, affrontando i problemi ambientali generati dallo sviluppo e illustrando la proposta della decrescita come nuovo stile di vita.

Il Festival si chiuderà, alle 19:00, all'Associazione musicale Manzato, con Pensare il suono, una performance che intreccerà riflessioni sull'estetica e improvvisazioni musicali, con la partecipazione di Daniele Goldoni e l'ensemble Elettrofoscari, accompagnati da Attilio Pisarri e gli allievi del Manzato.


IL PICCOLO FESTIVAL – FILOSOFIA CON I BAMBINI

Un ricco programma è stato pensato anche per i più piccoli: il Piccolo Festival, coordinato da Federica Risigo.
Si inizia sabato 30 maggio alle 15:30 al Parco degli alberi parlanti di Villa Margherita, per disegnare assieme i miti platonici e provare un'esperienza di Yoga del sorriso, rivolta a bambini e genitori.

Domenica 31 alle 10:00, appuntamento invece alla Loggia dei Cavalieri, per esporre i disegni dei piccoli filosofi, fare una nuova esperienza di Yoga e parlare di filosofia con i bambini, assieme a Massimo Iiritano, vicepresidente dell'associazione Amica Sofia.
Dalle 15:30, all'ISRAA Umberto I di Borgo Mazzini, il Piccolo Festival si concluderà con uno spettacolo gratuito per bambini sulla decrescita, con il teatro delle ombre di Banda Luminosa.

Il Festival Pensare il Presente è organizzato dalla Società Filosofica Trevigiana con la collaborazione del Comune di Treviso e CentroMarca Banca.

Per info www.pensareilpresente.it


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
21/05/2015 - Arriva a Treviso il Festival filosofico: per "Pensare il presente"