Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Esaurite le prenotazioni per il primo incontro con Berti, Severino e Vero Tarca

PENSARE IL PRESENTE INIZIA CON UN TUTTO ESAURITO

Il programma del festival filosofico di sabato 30 e domenica 31


TREVISO - Inizia con un tutto esaurito Pensare il presente, il primo Festival filosofico di Treviso.
Sono andati esauriti nel giro di poche ore i biglietti della prima conferenza (prevista per le 11:00 al Liceo Duca degli Abruzzi), dedicata al tema A cosa serve la filosofia?, con Enrico Berti, Emanuele Severino e Luigi Vero Tarca.

Il professor Vero Tarca, curatore scientifico del Festival, e moderatore del primo incontro ha anticipato ai nostri microfoni il contenuto dell'appuntamento che vedrà confrontarsi due tra i maggiori filosofi italiani contemporanei.
(In alto il link all'intervista)


GLI EVENTI IN PROGRAMMA

Il direttore del Festival, Damiano Cavallin, e il curatore scientifico, Luigi Vero Tarca, soddisfatti per l'interesse manifestato dal pubblico, che ha superato le loro stesse aspettative, ricordano, soprattutto a quanti non riusciranno a partecipare alla conferenza d'apertura, gli altri appuntamenti del Festival. Tutti incontri di alta qualità, per stimolare un pensiero attivo e critico rivolto al tempo presente, tra filosofia, sociologia, economia ed ecologia.

Il pomeriggio di sabato 30 si aprirà alle 16:00, all'Auditorium Stefanini, con la conferenza di Franca D'Agostini, una dei massimi esperti in Italia di logica e filosofia contemporanea, sul tema scottante Politica e menzogna.
Seguirà, alle 18:00, l'intervento di Lorella Zanardo, autrice del celebre documentario Il corpo delle donne, sui diritti delle donne e sugli abusi televisivi a cui è sottoposta la loro immagine.

L'Auditorium riaprirà le porte al pubblico domenica 31 maggio alle 9:00 con Massimo Donà, apprezzato studioso di estetica e filosofia dell'arte, per una conferenza sul pensiero di Leopardi e il problema attuale del nichilismo e il crollo dei valori.
Alle 11:00, guidati da Giangiorgo Pasqualotto, un'autorità nel campo della filosofia comparata e interculturale, si parlerà invece del concetto di vuoto in Oriente, in particolare secondo la tradizione Buddhista e Daoista.

Nel pomeriggio il Festival si trasferirà nell'aula magna dell'Istituto Riccati per proporre, alle 15:00, un incontro con Andrea Baranes, autore di Finanza per indignati. Si discuterà quindi della crisi economica, delle sue cause e delle possibili soluzioni per uscirne.
Alle 17:00 Gianni Tamino, docente di biologia all'Università di Padova, si interrogherà, infine, sul rapporto tra uomo e natura, affrontando i problemi ambientali generati dallo sviluppo e illustrando la proposta della decrescita come nuovo stile di vita.

Il Festival si chiuderà, alle 19:00, all'Associazione musicale Manzato, con Pensare il suono, una performance che intreccerà riflessioni sull'estetica e improvvisazioni musicali, con la partecipazione di Daniele Goldoni e l'ensemble Elettrofoscari, accompagnati da Attilio Pisarri e gli allievi del Manzato.


IL PICCOLO FESTIVAL – FILOSOFIA CON I BAMBINI

Un ricco programma è stato pensato anche per i più piccoli: il Piccolo Festival, coordinato da Federica Risigo.
Si inizia sabato 30 maggio alle 15:30 al Parco degli alberi parlanti di Villa Margherita, per disegnare assieme i miti platonici e provare un'esperienza di Yoga del sorriso, rivolta a bambini e genitori.

Domenica 31 alle 10:00, appuntamento invece alla Loggia dei Cavalieri, per esporre i disegni dei piccoli filosofi, fare una nuova esperienza di Yoga e parlare di filosofia con i bambini, assieme a Massimo Iiritano, vicepresidente dell'associazione Amica Sofia.
Dalle 15:30, all'ISRAA Umberto I di Borgo Mazzini, il Piccolo Festival si concluderà con uno spettacolo gratuito per bambini sulla decrescita, con il teatro delle ombre di Banda Luminosa.

Il Festival Pensare il Presente è organizzato dalla Società Filosofica Trevigiana con la collaborazione del Comune di Treviso e CentroMarca Banca.

Per info www.pensareilpresente.it


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
21/05/2015 - Arriva a Treviso il Festival filosofico: per "Pensare il presente"