Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il Procuratore di Treviso il quadro dei fatti potrebbe essere stato compromesso

PUGNO ALLA MAESTRA, DALLA COSTA: "ASCOLTEREMO I BAMBINI"

"La strada a questo punto è tutta in salita, indagare sarà più difficile"


TREVISO – (gp) “La strada a questo punto è tutta in salita. L'unico elemento certo è il pugno dato in faccia alla maestra. Adesso cercheremo di capire cos'è accaduto e i carabinieri stanno lavorando per questo, ma non sarà semplicissimo ricostruire con esattezza i fatti che si sono verificati e che sarebbero il presupposto del pugno”.

A parlare è il Procuratore di Treviso Michele Dalla Costa in merito alla vicenda dei presunti abusi sessuali all'interno di una scuola materna del quartiere San Paolo di Treviso. Presunti abusi che avrebbero portato poi alla reazione del padre di uno degli alunni. Ma il fatto che la vicenda sia emersa prima che le indagini fossero partite davvero rende difficile ricostruire i fatti. “Non so se l'inchiesta possa essere stata pregiudicata – continua Dalla Costa – ma so che questo può essere un momento di difficoltà e di criticità dell'indagine”.

Per il Procuratore è essenziale riuscire a chiarire “
se i bambini siano stati ascoltati da persone esterne
all'organizzazione investigativa titolata ad agire e comprendere chi, come e quando le loro versioni siano state raccolte. Il problema è che bisogna vedere in che punto il racconto di un bambino può essere stato influenzato da fattori esterni. Non è che i bambini siano di per sé inattendibili o sicuramente attendibili, il problema è quante sollecitazioni possano aver ricevuto dall'esterno o anche dalla giusta preoccupazione dei genitori di capire cos'è successo, e poi vengono raccontati dei fatti magari dall'adulto travisati nel loro contenuto”.

Il passo successivo degli inquirenti sarà quello di ascoltare i bambini in incidente probatorio da personale specializzato per verificare i racconti e la sostenibilità delle denunce fatte dai genitori.


Galleria fotograficaGalleria fotografica