Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

26^ edizione del festival internazionale dedicato ai linguaggi audiovisivi

IL PREMIO CIAK JUNIOR VA ALLA FRANCIA

Vince il film "Hassan e la fata Morgana" sul tema della ricchezza delle diversitą


CORTINA - Di fiaba in fiaba. Di Festival in Festival. Di giuria in giuria. Cambiano location e interpreti ma non il paese vincitore. Da Cannes a Cortina, è la Francia a portarsi a casa il premio principale anche al XXVI Festival internazionale Ciak Junior, il festival della comunicazione audiovisiva per ragazzi ideato dai fratelli Francesco e Sergio Manfio. Un progetto in cui i giovani delle scuole selezionate in tutti i Paesi che partecipano possono sperimentare “sul campo”, con l’aiuto di professionisti del settore, le peculiarità dei linguaggi audiovisivi.

Il soggetto del film vincitore è presente in molti cortometraggi, segno di una esperienza che gli adolescenti oggi stanno vivendo in tutti i Paesi: i luoghi comuni sulle differenze e, poi, una volta compresa l’assurdità dei preconcetti, l’accettazione delle diversità, qualunque esse siano, perché in realtà sono ricchezze. Temi qui rappresentati in modo fantasioso e divertente, facilmente comprensibile ai giurati che sono sempre, in questo festival, gli stessi ragazzi protagonisti del film finalisti.

Ma a Cortina non mancano i premi per i film italiani che si aggiudicano il riconoscimento per il miglior soggetto con il film “DUE RAGAZZI E UN VELO” degli studenti di Bucchianico (CH), in cui ritorna il tema delle differenze culturali, mentre “LO SBALLO SBALLATO” degli studenti di Treviso conquista il Premio Città di Cortina assegnato dagli studenti che in questi giorni di Festival hanno potuto assistere alla visione di tutti i film finalisti.

Domenica 31 maggio su Canale 5 nello spazio dedicato a Ciak Junior, in onda dalle ore 10 si potrà ammirare il cortometraggio “DI VELA IN VELA”, scritto e interpretato dagli studenti della classe 3°CN dell’Istituto Nautico “Duca Degli Abruzzi” di Catania.

CIAK JUNIOR” è un modo pratico e diretto per spiegare ai ragazzi come nasce e si sviluppa un prodotto audiovisivo, dalla stesura del soggetto fino alla realizzazione delle riprese, e allo stesso tempo per dar voce alle loro speranze, ai loro sogni, alle loro paure. Le immagini con i momenti salienti del Festival Internazionale Ciak Junior da Cortina d’Ampezzo saranno trasmessi da Canale 5 domenica 7 giugno.

RIEPILOGO PREMI CIAK JUNIOR INTERNAZIONALI:
Miglior film: HASSAN E LA FATA MORGANA, Francia
Miglior soggetto: DUE RAGAZZI E UN VELO, Italia – Bucchianico (CH)
Miglior attore: LA RAGAZZA MANGA, Germania
Miglior gruppo di attori: i protagonisti di LO SPECCHIO, Croazia
Premio della giuria di emittenti: IL PALLONCINO, Israele
Premio “Anna Kiss”: HASSAN E LA FATA MORGANA, Francia
Premio UNESCO Venice Office: HASSAN E LA FATA MORGANA, Francia, con la seguente motivazione: “Nell’anno del suo 70.mo anniversario l’UNESCO non può che rallegrarsi dell’alto livello qualitativo raggiunto da tutti i film in concorso, ma soprattutto del loro coraggio e della loro determinazione nell’affrontare temi molto importanti, a volte anche difficili, come il bullismo, l’intolleranza, la solitudine, la guerra. A 70 anni dalla fine della seconda Guerra Mondiale, il genere umano ha più che mai bisogno di imparare a rispettare la propria diversità, apprezzarla, coltivarla, difenderla. Il film che l’UNESCO ha voluto premiare ci insegna che per realizzare tutto ciò bisogna sapersi letteralmente ‘calare nella pelle dell’altro’.”
Premio Città di Cortina: LO SBALLO SBALLATO, Italia – Treviso
Programma audiovisivo per l’educazione dell’infanzia: "TAKE OFF – THE GOLDEN TABALUGA" di ZDF Germania, con la motivazione: “Oggi più che mai, con l'avvento dell'informazione globale e con le distanze tra popoli e paesi che si annullano, risulta necessario che i ragazzi non solo conoscano, ma approfondiscano quello che succede ai loro coetanei sparsi nei 5 continenti. Il programma risponde a questa esigenza in modo chiaro, sottolineando le differenze che spesso sono proprio la ricchezza del mondo in cui viviamo.”

RIEPILOGO PREMI CIAK JUNIOR NAZIONALI:
Miglior film: DUE RAGAZZI E UN VELO dei ragazzi della III A della Scuola media di Bucchianico (CH).
Miglior soggetto: DI VELA IN VELA della classe 3° CN dell’Istituto Nautico “Duca Degli Abruzzi” di Catania.
Miglior gruppo: LO SBALLO SBALLATO degli studenti della 1° Elettrici e della 1°A Acconciatori dell’Istituto Professionale “Turazza” di Treviso.
Miglior attore: Il ragazzo che interpreta MARCO nel film DI VELA IN VELA scritto e interpretato dagli studenti della classe 3°CN dell’Istituto Nautico “Duca Degli Abruzzi” di Catania.
Miglior attrice: la ragazza che interpreta AMEL nel film DUE RAGAZZI E UN VELO dei ragazzi della III A della Scuola media di Bucchianico (CH).