Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, i bimbi saranno sentiti in udienza protetta nelle prossime settimane

PRESUNTI ABUSI ALL'ASILO: SENTITI DAGLI INVESTIGATORI TRENTA GENITORI

Continua l'indagine, ora è il turno del personale dell'istituto


TREVISO - Una trentina i genitori dei bambini dell'asilo di San Paolo che in questi ultimi giorni sono stati sentiti dai carabinieri nell'ambito dell'indagine coordinata dal pubblico ministero Iuri De Biasi sui presunti abusi sessuali commessi da quattro maestre dell'istituto trevigiano. Sono sei le denunce presentate da altrettanti genitori nei loro confronti, a loro volta querelati dalle dipendenti dell'asilo. I militari hanno già interpellato le quattro donne accusate ma nei prossimi giorni provvederanno a mettere a verbale anche la versione di tutto il personale scolastico. Il magistrato sta ancora valutando le modalità e i tempi in cui si svolgeranno le audizioni protette dei bambini che con i loro racconti hanno innescato il caso. I genitori che hanno denunciato, dallo scoppio del caso, hanno deciso di non mandare più all'asilo di San Paolo i propri figli, probabilmente anche per evitare incroci e scontri con i genitori che difendono l'operato delle maestre. Si tratta di un fronte ampio e agguerrito che sta facendo quadrato attorno alle quattro maestre finite nel mirino: in molti infatti si sarebbero volontariamente recati presso la caserma dell'Arma, in via Cornarotta, per fornire la loro versione dei fatti. Che si tratti di fantasie o di una “montatura”, come molti del fronte filo-maestre sospettano, saranno ora gli investigatori ad acclararlo. Su tutto grava la pesantissima accusa di “lezioni morbose a sfondo sessuale” con un clima di veleni che potrebbe aver ormai inquinato in modo irrimediabile l'acquisizione delle prove da parte degli investigatori.